Servizi Economia e società

Gondolieri sub in Canal Grande: il bilancio delle operazioni

Ieri, per la prima volta, i gondolieri sub si sono immersi nel canale che fa da spina dorsale di Venezia, per ripulirlo: trovato anche un ventilatore

Sono otto i gondolieri sub che ieri sera, assistiti da sei collaboratori, hanno recuperato dal fondale del Canal Grande oggetti davvero singolari. Tra questi un carretto di quelli usati dai netturbini per la raccolta dei rifiuti. Per farlo riemergere è stato necessario utilizzare la piccola gru dell’imbarcazione messa a disposizione da Veritas per raccogliere i materiali e poi conferirli in discarica.

L’operazione

“Un’operazione fruttuosa fin da subito, così come era avvenuto per le cinque precedenti, che hanno permesso di recuperare 2,5 tonnellate di rifiuti sui fondali dei nostri canali e dei nostri rii.”

“Siamo determinati e vogliamo sviluppare questa iniziativa perché amiamo la nostra città e vogliamo renderci utili. Con questi interventi vogliamo contribuire a sensibilizzare i veneziani perché si sentano sempre più coinvolti nella tutela della città, che passa anche dal rispetto dell’ambiente lagunare e dal corretto conferimento dei rifiuti”. Hanno commentato Stefano Vio e Alessandro Zuffi, gondolieri l’uno ideatore del progetto l’altro capo progetto.

I gondolieri sub

In supporto all’intervento di ieri sera anche un natante del Gruppo volontari di Protezione civile di Venezia con a bordo quattro operatori. Il prossimo appuntamento è in programma nella mattinata dell’1 dicembre in Rio di San Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button