Articoli di Cronaca

Gondolieri sub: 800 chilogrammi di rifiuti recuperati nei canali di Venezia

I gondolieri sub hanno consentito il recupero di più di cinque tonnellate di rifiuti, che giacevano da tempo sui fondali dei canali e rii veneziani

Una scala in ferro, 120 copertoni usati come parabordi delle imbarcazioni, un condizionatore, una televisione. E poi ancora un carro da netturbino, quattro telefoni cellulari, strumenti da lavoro e cavi, per un totale di 800 chilogrammi di materiale. Prima immersione del 2022 per i gondolieri sub, dell’associazione di categoria Gondolieri di Venezia, che con il sostegno dell’Amministrazione comunale hanno rinnovato questa mattina il loro impegno per ripulire i canali di Venezia.

Gondolieri sub

Dopo il successo degli interventi precedenti, che hanno consentito il recupero di più di cinque tonnellate di rifiuti, che giacevano da tempo sui fondali dei canali e rii veneziani, i dieci volontari, tra sub e aiutanti, hanno compiuto una doppia immersione, dalle 8.30 alle 13.30.

I sub si sono immersi prima nel rio di San Moisè, nel tratto compreso tra il ponte omonimo e l’uscita del rio in Canal Grande; successivamente l’attività si è spostate nel bacino sul retro del teatro La Fenice, all’incrocio tra il rio de l’Alboro – Ostreghe, rio della Vesta e della Verona in corrispondenza dei ponti Maria Callas, Storto e San Cristoforo.

I ringraziamenti dell’ideatore del progetto

Soddisfazione per il lavoro svolto è stata espressa da Stefano Vio, ideatore del progetto, che ha voluto ringraziare l’Amministrazione comunale e gli sponsor che sostengono l’iniziativa, ma anche la Polizia locale e gli operatori Veritas per la collaborazione ricevuta.

Il prossimo appuntamento in programma sarà domenica 22 maggio in Fondamenta della Misericordia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button