Servizi Cronaca

Germano Mancini, autopsia: non era vaiolo delle scimmie

C'è un colpo di scena nella vicenda del carabiniere di Scorzè morto a Cuba dopo due giorni di soggiorno nell'isola. L'autopsia ha rivelato ai medici cubani che non si tratta di vaiolo delle scimmie e l'allarme diffuso nel veneziano sta prendendo un'altra piega

Sarebbe morto per broncopolmonite da germe sconosciuto e non per aver contratto il vaiolo delle scimmie, Germano Mancini, comandante dei Carabinieri di Scorzè, deceduto il 21 agosto scorso durante una vacanza a Cuba.

Germano Mancini: “non è morto di vaiolo delle scimmie”

E’ quanto riporta il referto dell’autopsia eseguita dai medici cubani. Ora la moglie di Germano Mancini intende chiedere una nuova autopsia sulla salma, che si trova nell’obitorio di Noale.

Fare chiarezza sulla vicenda preme sia alla famiglia, sia alla comunità di Scorzè, dove il militare ha lavorato fino al giorno della partenza per le vacanze, come ha chiesto nei giorni scorsi la Sindaca del Comune, Nais Marcon.

West Nile e Covid

Intanto continua la disinfestazione nelle zone del Veneto dove si sono verificati casi di febbre del Nilo. Venti le persone colpite nel veneziano. L’ultimo cluster, individuato tra Oriago e Malcontenta ha causato il ricovero di un novantenne, in prognosi riservata a Mirano.

Buone notizie, invece, sul fronte della pandemia da Covid. I contagi sono in calo dopo il boom estivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock