Articoli di Economia e società

Gelato Bellini lanciato dalla Gelateria Via Piave: ricavato in beneficenza

Dopo i successi di Londra con il sorbetto al Raboso Sugà, la gelateria Via Piave propone un nuovo gelato, a base di pesche e prosecco in collaborazione con la famiglia Canella: il gelato gourmet “Bellini”. Disponibile in gelateria a Noventa di Piave e San Stino di Livenza a partire da questa domenica.

Il Gelato Bellini è una nuova collaborazione nata tra un’azienda vinicola del sandonatese conosciuta in tutto il mondo e una piccola gelateria emergente. La prima, ben nota non solo a livello locale ma soprattutto internazionale, è stata fondata nel 1947 ed è stata tra le prime aziende a spumantizzare il prosecco DOC. Ma la vera svolta dell’azienda vinicola è arrivata nel 1988 quando il fondatore Luciano Canella ebbe l’intuizione della sua vita: preparare e imbottigliare il Bellini, già famoso aperitivo veneziano composto da prosecco e succo e polpa di pesche.

L’idea

Da subito l’idea ebbe un grande successo aprendo le porte a molti mercati internazionali. Ma affinché fosse possibile riproporre in modo originale la ricetta dell’iconico aperitivo italiano anche all’estero, l’azienda Canella decise di produrre personalmente le materie prime utilizzate ed è per questo che oltre al prosecco, scelse di piantare il proprio pescheto a San Donà di Piave. A distanza di molti anni, tutt’ora la famiglia Canella produce il Bellini con le pesche bianche del territorio e il prosecco DOC senza aggiungere aromi e coloranti artificiali.

Gelateria “Via Piave”

La gelateria Via Piave, invece, è una realtà emergente che già dopo tre anni di attività vanta numerosi premi internazionali e due punti vendita: a Noventa di Piave e San Stino di Livenza. La gelateria “Via Piave” nasce dall’idea di Andrea Baita e Roberta Borlina, marito e moglie, uniti dal desiderio di realizzare un gelato di qualità prodotto esclusivamente da materie prime, senza buste o preparati industriali. Dopo il primo anno di attività, la gelateria Via Piave vince il primo premio alla Fiera Internazionale di Longarone ma è solo dopo il terzo anno che raggiunge la soddisfazione più grande con la creazione del gelato al raboso (guarda l’intervista).

Infatti, lo scorso gennaio Andrea e Roberta hanno partecipato ad una delle competizioni culinarie più importanti al mondo conquistando a Londra lo scalino più alto del podio con il loro sorbetto Sugà, un gelato al raboso e lamponi con crumble di mandorle e zest di arancia. Come per tutti i prodotti realizzati dalla gelateria, anche il sorbetto al raboso è stato realizzato solo da materie prime e senza l’utilizzo di aromi, conservanti e coloranti industriali.

Gelato Bellini

L’unione tra Canella e Via Piave è nata proprio dall’incontro di due filosofie molto simili. “Abbiamo ritrovato in Andrea e Roberta i nostri stessi valori” – sostiene Lorenzo Canella, titolare insieme alla sua famiglia dell’omonima cantina – “anche loro selezionano attentamente le materie prime che utilizzano in modo da valorizzarne le proprietà ed esaltarne il sapore in modo naturale, rinunciando soprattutto ad aromi e coloranti, proprio come noi”.

Ed è stata proprio questa stessa vision che ha permesso l’incontro delle due realtà da cui è nato un gelato dal gusto unico: il Bellini. Un sorbetto realizzato con succo e polpa di pesche bianche della varietà “Maria Bianca” realizzate nel territorio sandonatese, e prosecco DOC extra dry Canella composto esclusivamente da uve Glera prodotte nella zona dell’alta Marca Trevigiana.

Il commento dei titolari della gelateria

“Siamo onorati di collaborare con un’azienda così importante” – raccontano Andrea e Roberta, titolari della gelateria Via Piave – “quando abbiamo aperto tre anni fa, non pensavamo che un giorno avremmo realizzato il vero gelato Bellini insieme all’azienda Canella. Siamo molto orgogliosi del percorso che stiamo intraprendendo e dell’affetto delle persone che ci seguono ogni giorno”. Per la realizzazione del gelato Bellini, la cantina Canella ha fornito le materie prime mentre alla gelateria Via Piave è stato affidato il compito di valorizzarle studiando e bilanciando attentamente la ricetta per creare un gelato cremoso e unico, rigorosamente in modo naturale.

I box termici

Per il lancio del nuovo gelato sono stati realizzati dei box termici che possiedono un packaging che racchiude l’essenza della collaborazione: da un lato l’arancione che riproduce la nuance tipica del Bellini conferita dal grado di maturazione delle pesche, dall’altro il verde richiama il colore tipico dei gelati Gourmet realizzati dalla gelateria Via Piave. E proprio dove i due colori si uniscono è stata posizionata un’etichetta di chiusura argentata che rappresenta l’eccezionale punto di incontro delle due aziende richiamando la parte superiore di chiusura della classica bottiglia di vino.

Beneficenza

Sono stati creati circa 200 box in edizione limitata commercializzati singolarmente e per l’occasione tutto il ricavato ottenuto dalla vendita degli stessi verrà devoluto alla Protezione Civile di Venezia come aiuto in questa situazione particolare dovuta al Covid-19. Un ringraziamento importante è dovuto all’azienda Domogel che ha fornito i box termici e al Centro Stampa “IlCieloAColori” di Fabio Falco che ha generosamente realizzato il packaging per l’occasione.

“È ammirevole vedere come, in situazioni di difficoltà, ci siano molte aziende disposte a collaborare per un progetto di beneficienza” – sostiene Roberta – “e a mettere a disposizione il loro lavoro e il loro prodotti per aiutare gli altri. Ci sentiamo fortunati a collaborare con aziende dai valori così importanti.”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button