Francesco Saverio Pavone: una panoramica sul tesoro nascosto di Felice Maniero

Francesco Saverio Pavone, in pensione da un paio anni, ha fatto la storia di buona parte dell’attività giudiziaria per quanto riguarda la lotta alla criminalità organizzata.

Pavone è stato il primo procuratore che ha istruito il maxi processo contro Felice Maniero: in questa intervista ci spiega brevemente quali sono stati i passaggi chiave per le indagini. Durante questo primo procedimento non è stato trovato il denaro dell’organizzazione criminale di Maniero. Pavone spiega che a riguardo l’Italia all’epoca non riceveva aiuti da parte di altri paesi come Svizzera o Austria.

Il tesoro di Maniero

Stando alle centinaia di chili sia di eroina che di cocaina sequestrati, le autorità sono riuscite a stimare una possibile somma che dovrebbe rivelare il tesoro di Manieri: oltre 150 miliardi delle vecchie lire. Pavone continua spiegando che Maniero è riuscito a sfruttare a suo favore le leggi dell’epoca per poter salvaguardare il suo tesoro in modo legale. I suoi soldi non sono stati trovati proprio perché le autorità non avevano i mezzi e le possibilità giuridiche per cercarli.

Pavone conclude dandoci una breve panoramica della situazione attuale delle mafie in Veneto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here