Radio Venezia Musica

Fedez: combattiamo la crisi dello spettacolo

Fedez torna a proporre una soluzione per la crisi del mondo dello spettacolo: l'istituzione di un fondo per aiutare i lavoratori del settore.

Dopo la manifestazione che lo scorso weekend ha visto lavoratori e imprese del mondo dello spettacolo protestare, in piazza Duomo a Milano, contro le misure adottate finora dal governo in merito all’emergenza Covid-19, considerate inadeguate nei confronti della grave crisi del settore, Fedez torna a condividere una sua vecchia proposta: «Io non sono per gli appelli politici, ho una visione totalmente disincantata del mondo e credo che non servano a un cazzo, fondamentalmente. Quindi io metto sul tavolo una soluzione che avevo proposto nei mesi scorsi, ma probabilmente non è stata vista. Utilizzo i miei spazi social per proporre una soluzione pragmatica che noi artisti possiamo adottare e che le stesse agenzie di booking possono mettere in atto», ha detto il rapper.

Fedez propone un fondo per chi lavora nello spettacolo

La proposta consiste nell’istituzione di un fondo per aiutare i lavoratori dello spettacolo: «Gli artisti di un certo calibro hanno nei loro contratti una cosa chiamata anticipo minimo garantito. E tutti gli artisti che hanno rimandato le rispettive tournée in qualche modo hanno percepito una somma di denaro importante. Io stesso, che devo discutere il mio contratto di booking, metto a disposizione il 100% del mio anticipo. Se tutti gli artisti mettessero a disposizione una parte del loro anticipo per istituire un fondo porteremo avanti meno parole e un po’ più di concretezza».

«”Heroes” è stato al di sotto delle aspettative», ha detto

Fedez ha accennato anche a Heroes, l’evento in streaming organizzato dai principali promoter all’Arena di Verona il 6 settembre, quando si sono esibiti alcuni protagonisti della scena pop, rap, indie e rock per raccogliere fondi a favore dei lavoratori del settore. L’incasso di 297mila euro è stato al di sotto delle aspettative, secondo il rapper che era uno dei partecipanti: «Questa cosa assume un senso solo se siamo un po’ di artisti e si raccolgono milioni di euro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button