Servizi Cronaca

Fallimento Centro Tom: tre arresti domiciliari

Tre arresti domiciliari e il sequestro di immobili, azioni e mezzi per 7 milioni di euro: è l'epilogo del fallimento di quello che un tempo si chiamava a Santa Maria di Sala, centro commerciale Tom. Al suo posto ora c'è un'altra gestione. L'attività commerciale ha voltato pagina

Fallimento Centro Tom a Santa Maria di Sala, il tribunale del riesame di Venezia ha accolto l’appello presentato dalla procura veneziana e disposto il sequestro preventivo di quasi 7 milioni di euro e gli arresti domiciliari per tre soggetti.

Il GIP aveva respinto la richiesta riguardante le misure cautelari.

Gli arresti dopo il fallimento Centro Tom

Gli arresti sono giunti al termine di un’indagine del nucleo della Guardia di Finanza di Venezia, nel corso della si sono raccolti numerosi indizi. Gli indizi riguardavano ipotesi di reato circa la distrazione di beni aziendali; l’inserimento di false informazioni nei bilanci societari e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Il sequestro eseguito nel giugno 2022 comprendeva  quasi 7 milioni di euro, divisi in 11 immobili; 3 automezzi e quote societarie.

Gli investigatori hanno reso noto che alcuni dei beni immobili che si trovano nelle province di Venezia; Treviso e Udine erano schermati attraverso la fittizia intestazione a propri familiari.

Leggi anche: Veneto: Incidente chimico, importazioni illegali e microcriminalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock