Servizi Economia e società

Ex Umberto I: partita la messa in sicurezza del cantiere

L'ingegnere Checchin e l'assessore all'urbanistica Martin ci parlano delle operazioni di recupero dell'area Ex Umberto I

Continuano le attività di recupero dell’area Ex Umberto I. Sentiamo a riguardo le dichiarazioni dell’ingegnere Alessandro Checchin e dell’assessore all’urbanistica Martin.

Ex Umberto I

“Abbiamo continuato a lavorare nonostante il periodo di oggettiva difficoltà del Covid, ad approfondire il progetto e con tutte quelle attività necessarie di conoscenza delle strutture esistenti. In particolar modo dei padiglioni dell’ex distretto sanitario, del Cecchini, del Bozzano e del De Zottis”.

“Abbiamo anche svolto un’importante attività di messa in sicurezza delle strutture. I tetti infatti avevano subito continue infiltrazioni durante gli anni di abbandono e di degrado. Un rilievo di laser scanner ci consentirà quindi di avere un’analisi approfondita di tutto il patrimonio edilizio”. Queste le parole di Alessandro Checchin.

Le dichiarazioni dell’assessore Martin

“L’amministrazione Brugnaro ha provveduto di recente alla delibera per la realizzazione del parco fluviale del Marzenego. Fiume prossimo all’area dove si svilupperà questo progetto. Il piano dovrà prevedere tutte queste dinamiche.

“É un compendio di 43 mila metri quadri e poco più di 4 ettari. Prevede la riconsegna degli immobili, dal punto di vista patrimoniale all’amministrazione pubblica, ma soprattutto degli spazi all’aperto. La proprietà ha confermato la volontà di realizzare questo intervento. Detto in un momento di crisi come questo, l’impegno vale anche molto di più”. Conclude così l’assessore all’urbanistica Martin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button