Servizi Economia e società

Eraclea si rilancia sul web con la pineta

E' nato il nuovo portale Visit Eraclea. Un modo per differenziarsi dai colossi del turismo, per attirare l'utente tramite l'immaginazione

Il nuovo portale di Eraclea

Non solo un portale promozionale, ma l’invito a vivere una emozione. Usando tutti i sensi.
E’ questo il filo conduttore che accompagna VISIT ERACLEA, il nuovo portale di una località che sta crescendo e che sta investendo molto per farsi conoscere, ad ogni livello. Lo è stato entrando in Venice Sands, oppure con i bus brandizzati, passando per la partecipazione alla kermesse nazionali ed internazionali. Ed ora, appunto, il nuovo portale, per alcuni aspetti rivoluzionario nel modo di porsi e di accompagnare i visitatori nella scoperta di Eraclea Mare.

VISIT ERACLEA è stato messo ufficialmente in rete ( www.visiteraclea.it ) in occasione della sua presentazione avvenuta in occasione della Campionaria d’Autunno di San Donà di Piave, che quest’anno ha dedicato uno spazio al turismo. Il progetto è di Confcommercio San DonàJesolo e del Consorzio JesoloVenice, in collaborazione con
il comune di Eraclea e la regione del Veneto.

Lo senti il silenzio ? Attiva i tuoi sensi

Come detto, quello realizzato non è un è “solo” un portale turistico. Siamo di fronte ad un progetto di “sensory marketing” basato sul silenzio ed i 5 sensi.
Il silenzio è condizione base per fare emergere i suoni del territorio nei contenuti fotografici, audio e video che presenteranno gli attrattori della destinazione. Il
silenzio, inoltre, può essere una tematica di ispirazione per una offerta che permetta al turista di continuare il percorso sensoriale già iniziato a casa”.

Perché i 5 sensi? “Perché qualsiasi esperienza facciamo, che sia offline oppure online, arriva alla nostra memoria attraverso i 5 sensi. Nel Digital Marketing sono stati impiegati così tanti mezzi auditivi e visivi per attirare la nostra attenzione, che il nostro cervello ha imparato a difendersi. Le strategie marketing volte a stimolare solo la parte visiva o auditiva dell’utente, ormai non hanno più la forza di un tempo. Questo vale in particolar modo per il settore turistico e nel marketing di destinazione. Molte località più piccole e meno conosciute come Eraclea vengono soffocate e schiacciate dal “rumore digitale” di altre destinazioni. La soluzione è dunque: differenziarsi.

Come farlo: contestualizzando. Era necessario contestualizzare le ispirazioni e le idee avendo ben chiare le caratteristiche del territorio di Eraclea”.

Ecco, dunque, il progetto con il quale si è voluto dare una diversa chiave di lettura della località attraverso contenuti studiati e creati allo scopo di stimolare i sensi degli utenti e, quindi, innescare in loro emozioni positive che assoceranno alla destinazione già da casa. Usando simultaneamente supporti visivi, auditivi e altri mezzi che possano provocare tatto, gusto e olfatto, si riuscirà ad attivare nell’utente un processo di immaginazione vivida.

“Ogni territorio ha le sue peculiarità ed insieme crea una grande offerta turistica per i nostri ospiti. E così anche una località piccola (rispetto ad altre realtà della costa veneziana), all’interno di un progetto, ha la possibilità di esaltare le sue eccellenze”, ha detto Faloppa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button