Eraclea: gli operatori turistici temono il danno d'immagine

Paura per il danno d’immagine ad Eraclea dopo gli arresti per sospette infiltrazioni di stampo camorristico nel territorio. Gli operatori turistici sono andati alla fiera di Monaco in Germania sperando che i turisti tedeschi non si facciano impressionare dall’inchiesta

Gli operatori turistici di Eraclea temono il crollo delle prenotazioni in vista dell’estate dopo l’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose nel territorio che ha portato all’arresto di 50 persone.

Oggi Pomeriggio Cgil, Cils e Uil hanno organizzato un presidio di legalità in piazza Garibaldi ad Eraclea contro ogni mafia. Una manifestazione però che ha acuito le divisione nella comunità e che è stata definita uno spot elettorale dal centro destra.

Dalle 30 mila pagine degli atti depositati dalla procura continuano intanto ad emergere nuove accuse secondo cui erano due i clan in lotta per recuperare i soldi dei risparmiatori investiti nei fondi del broker Fabio Gaiatto e anche dettagli inquietanti sull’esistenza di un clima di intimidazioni ad esempio per una multa al nipote di quello che è considerato il boss dell’inchiesta ossia Luciano Donadio sono state tagliate le gomme dell’auto della vigilessa.

In queste ore è avvenuto un’incontro tra l’amministrazione comunale e 150 imprenditori voluta dall’attuale maggioranza guidata dal vice sindaco Graziano Teso e, anche lui indagato, per ribadire che l’attività dell’ente procede ancora.

La scorsa settimana gli operatori di Eraclea hanno presenziato alla fiera del turismo di Monaco in Germania per procacciare clientela, ma il timore che l’immagine della località balneare abbia subito un notevole danno è forte.

Teso è deciso, a meno che il prefetto non decida il commissariamento a realizzare gli interventi urbanistici legati alla realizzazione del villaggio rurale a Valle Ossi, un’opera in grado di accogliere 14 mila presenze giornaliere e poi a riorganizzare l’arenile. I tratti di spiaggia libera saranno orientati verso Caorle, mentre quelli attrezzati saranno concentrati nella zona centrale. Teso ha inoltre aggiunto che il comune sarà presente nelle fiere europee del turismo: insomma l’economia non si ferma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here