Articoli di Cronaca

Eraclea, sorpresi con la cocaina a spacciare: uno era ai domiciliari

I carabinieri li hanno scoperti dietro casa di uno dei due, a Eraclea. Nell'abitazione dell'altro, a Preganziol, hanno trovato 3200 euro in contanti

Nel corso dell’ultimo week-end sono stati ulteriormente intensificati i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Donà di Piave anche con ausilio di un velivolo del 14° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Belluno e di personale della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione Carabinieri “Veneto” di Mestre. In particolare, in Eraclea (VE), i militari della locale Stazione CC coadiuvati dai colleghi della Squadra di Intervento Operativo del 4° Btg. “Veneto”, nel corso di un mirato servizio finalizzato alla repressione dello smercio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato H.H., 29enne tunisino del luogo, gravato da pregiudizi penali e di polizia e già sottoposto agli arresti domiciliari (leggi la notizia) , e Y.J.R.R., 34enne dominicano di Preganziol (TV), pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Spaccio di droga a Eraclea

Gli uomini sono stati sorpresi mentre confabulavano sul retro dell’abitazione dove il primo era sottoposto alla misura cautelare, sempre per spaccio di stupefacenti, trovando nella disponibilità dello stesso un sasso di cocaina del peso di 12 grammi circa, mentre l’ospite dominicano è stato trovato in possesso di un altro involucro con circa 20 grammi sempre di cocaina, di cui ha cercato di disfarsene gettandolo tra la vegetazione circostante alla vista dei militari che lo recuperavano immediatamente. Nella sua casa di Preganziol sono stati trovati anche 3.200 euro, posti sotto sequestro poiché ritenuti provento dell’attività illecita. Entrambi sono stati condotti in carcere a Venezia in attesa dell’udienza di convalida.

Violenza domestica

A Noventa di Piave (VE), invece, i militari sono intervenuti per una lite in famiglia dove una donna straniera 50enne era stata aggredita dal coniuge 48enne. I militari dell’Arma locale, approfondendo gli accertamenti, hanno appurato che si trattava dell’ultimo di una serie di comportamenti maltrattanti dell’uomo verso la coniuge che non ha comunque inteso denunciare formalmente il marito che ora è indagato per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Controlli dei Carabinieri

Nel corso del fine settimana sono state controllate complessivamente oltre 130 persone e 60 attività. Al momento del sorvolo aereo del territorio non sono state rilevate criticità in ordine ad assembramenti o alla presenza di abusivismo commerciale lungo il litorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close