Articoli di Economia e società

Elena Siviero, imprenditrice nell’era covid, apre un salone di parrucchiera

Inaugurazione del salone di Elena Siviero sabato a Spinea, dove Confcommercio proroga fino a fine anno il bonus per chi apre un negozio sfitto

Elena Siviero è una giovane donna che proprio nell’era del covid prende la decisione di coronare il suo sogno aprendo un salone di parrucchiere in via Roma a Spinea.

Nuove opportunità per un periodo difficile

Ha 28 anni, una passione innata per il suo lavoro e soprattutto la giusta dose di coraggio, che nell’era del Covid non guasta di certo.

Riparte dai giovani e da uno dei settori più colpiti dal lungo lockdown la rinascita del commercio a Spinea: sabato mattina Elena Siviero apre il suo salone di parrucchiera in via Roma e, prima che una festa, il suo nuovo inizio è un grande messaggio di speranza per tutti i commercianti, in particolare giovani e donne, che coltivano il sogno di aprire una propria attività.

Le parole di Elena Siviero

Una scommessa con il futuro quella fatta da Elena, che racconta di inseguire il sogno di gestire un salone in proprio fin da quando era bambina.

«Dopo il diploma al liceo artistico ho avuto l’opportunità di iniziare questo fantastico percorso, lavorando da una brava parrucchiera che mi ha fatto apprendere e appassionare al mestiere. Contemporaneamente ho iniziato il mio percorso formativo seguendo corsi professionalizzanti e dopo circa 10 anni di esperienza ho sentito sempre più l’esigenza di mettermi in gioco e poter realizzare il mio sogno: aprire un salone tutto mio».

Così l’anno scorso Elena si è iscritta al corso di abilitazione professionale, necessario per poter aprire un’attività in proprio di parrucchiera. Purtroppo di mezzo ci si è messo il Covid: l’esame per l’abilitazione, previsto a marzo, è stato bloccato dal lockdown ed Elena ha dovuto chiudere in casa se stessa e in un cassetto sogni e aspirazioni. Per fortuna, solo per poco: dopo 4 mesi, il 1° luglio, la giovane parrucchiera ha potuto finalmente sostenere l’esame e adesso il suo sogno può avverarsi: «E’ stato un periodo veramente difficile – prosegue – sia perché aprire un’attività in questi anni è già molto rischioso e in più si è aggiunta una pandemia mondiale che ancora oggi non ti dà certezza sul futuro. Però il mio sogno è stato più forte di tutto e con le mie forze so che ce la posso fare. Apro un piccolo salone dove posso coccolare le mie clienti, che seguirò personalmente prendendomi cura della bellezza dei loro capelli ed è tutto quello che voglio fare nella vita».

L’inaugurazione

L’inaugurazione del salone, battezzato “Elena Hair Studio” è prevista sabato mattina in via Roma 327 e sarà l’occasione per Confcommercio del Miranese per annunciare la proroga fino al 31 dicembre del bonus di 500 euro per chi decide di riaprire un negozio sfitto in città entro l’anno. La misura anti-abbandono punta a far rivivere stabilmente una delle circa 70 vetrine vuote e anonime di Spinea, contribuendo a rigenerare i quartieri ed animare le vie cittadine.

Una vera e propria campagna a favore dei negozi di vicinato, collegata al distretto del commercio “Spinea: Ville, Popoli e Mercanzie”, che ha lo scopo di rendere la città un luogo accogliente e sicuro, punto di riferimento per tutto il territorio circostante, dove protagonisti della rigenerazione urbana siano proprio i piccoli commercianti. Come Elena, che con il suo nuovo studio ha scelto di coronare un sogno ma anche di dare un contributo importante di sviluppo alla sua città.

Le parole di Patrizia Vianello

«Dopo il periodo di difficoltà a cui ci ha sottoposto il Covid, con le attività messe così a dura prova, è ammirevole vedere come ci siano ancora commercianti, in particolare donne, che non hanno perso lo spirito di combattività di fronte a un mondo che sta dando così poco al settore  di fronte a idee nuove e voglia di mettersi in gioco come questa, è importante che istituzioni, associazioni e gruppi di lavoro si uniscano per incoraggiare e incentivare, anche concretamente, questa intraprendenza, che sarà il vero antidoto alla desertificazione commerciale dei nostri centri.

Come Confcommercio del Miranese restiamo impegnati per rendere più agevole il lavoro dei commercianti, cercando di dare opportunità nuove di impresa, incentivi e sostegno al loro lavoro».

Le parole della la sindaca di Spinea Martina Vesnaver

«Un messaggio estremamente positivo per la nostra città e per i giovani un sogno che nasce fin da bambini, che nonostante mille vicissitudini (persino una pandemia) non viene abbandonato e grazie alla volontà personale e al sostegno della Confcommercio giunge alla sua realizzazione. Siamo felici e motivati nel continuare in questa direzione. La vetrina di Elena valorizzerà sicuramente il quartiere, offrendo un nuovo servizio e dando un messaggio di speranza per tutti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button