Educare all’acquisto aiuta a vincere il fenomeno della contraffazione. Le persone devono essere educate e rese consapevoli dei possibili rischi.

Bruno Martino, delegato all’anticontraffazione e Made In di Confindustria Venezia, afferma che il commercio online preoccupa gli imprenditori. Non è semplice controllarlo, per cui bisogna educare le persone all’acquisto. L’educazione all’acquisto dovrebbe essere impartita già dalle scuole. Ci vuole una campagna di informazione per far conoscere a tutti ciò che c’è dietro la vendita di prodotti contraffatti; solo così si può combattere questo fenomeno.

Le persone devono essere consapevoli che nel momento in cui acquistano un prodotto in una certa vetrina online, potrebbe essere contraffatto. In primis ciò che distingue un vero da un falso è il prezzo. Questo vale anche per chi, per esempio, va ad acquistare una borsa in spiaggia e sa già perfettamente che è contraffatta.

Accade che le persone vedono il prezzo basso, di conseguenza sanno che è contraffatto, ma acquistano lo stesso il prodotto. A molti non importa che dietro a un prodotto contraffatto ci sia la criminalità organizzata. In questo caso spesso lo status symbol vince sulla valutazione dei rischi e dei danni. C’è la voglia di esibire un oggetto che costa molto, in modo da essere notati dagli altri e avere la nomea di essere uno che spende.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here