fred bongusto
Un’immagine in bianco e nero dello scomparso Fred Bongusto, famosissimo negli anni ‘60 e ‘70 del secolo scorso.

Scomparso Fred Bongusto, quello di “Una rotonda sul mare” 

Se ne è andato nella notte Fred Bongusto, uno dei più noti cantanti italiani degli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, grazie soprattutto alla mitica Una rotonda sul mare, ma anche a Balliamo, La mia estate con tee altri successi. Malato da tempo, era nato a Campobasso nel 1935 e verrà salutato per l’ultima volta lunedì prossimo, alle 15.00, nella Chiesa degli artisti di piazza del Popolo a Roma.

Fece anche l’attore, oltre ad arrangiare alcune colonne sonore

Il cantante molisano ottenne una certa notorietà nel 1962 con il 45 giri “Doce doce”, che aveva sul retro la ancor più celebre “Bella bellissima” e raggiunse il successo un paio d’anni dopo con “Una rotonda sul mare”, seguita da altre hit come “Malaga”, “Amore fermati”, “Frida”, Tre settimane da raccontare e “Prima c’eri tu”. Nel frattempo si dedicò anche al cinema, come attore (nella commedia “Obiettivo ragazze” e nel musicarello “Questi pazzi, pazzi italiani”) e arrangiatore di alcune colonne sonore, tra cui “Il tigre” di Dino Risi, Malizia e “Peccato veniale” di Salvatore Samperi, La cicala di Alberto Lattuada.

Negli ultimi anni aveva avuto dei gravi problemi all’udito

Dalla fine degli anni ’70 le uscite discografiche di Fred Bongusto si sono fatte via via meno frequenti, nel 2005 fu insignito dall’allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di un premio per i 50 anni di attività e l’anno dopo tornò a cantare dal vivo dopo aver risolto dei problemi all’udito che lo avevano fermato per diversi anni. Del 2013 l’ultima esibizione pubblica, in in occasione di una serata tributo in omaggio all’appena scomparso Franco Califano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here