Servizi Economia e società

Federalberghi Caorle: gli albergatori creano un’unica squadra

Si è conclusa oggi mercoledì la 50 edizione della Fiera dell'Alto Adriatico con un evento: la fusione in un'unica associazione degli albergatori di Caorle. In tutto 137 strutture ricettive

Con l’elezione del primo consiglio, è nata ufficialmente Federalberghi Caorle. L’assemblea elettiva questo pomeriggio al PalaExpomar, nell’ambito della cinquantesima Fiera dell’Alto Adriatico, kermesse giunta alla cinquantesima edizione e che si concluderà domani. Federalberghi Caorle nasce dall’unione delle due precedenti realtà, ovvero l’ACA (Associazione albergatori di Caorle) e gli albergatori iscritti a Confcommercio. Il nuovo soggetto, pur gravitando ancora in Confcommercio, avrà una propria autonomia. Una unica voce che porterà avanti le istanze degli albergatori, per una categoria ancora più forte. La nuova sede sarà in via Strada Nuova. Federalberghi Caorle opererà in assoluta autonomia per quanto riguarda l’attività sindacale, mentre si affiderà a Confcommercio per la parte tecnica e di ordinaria amministrazione.

Federalberghi Caorle

“E’ una tappa storica quella raggiunta dagli albergatori di Caorle – commenta il sindaco, Luciano Striuli – che, dopo molti anni ed un lungo lavoro di cesello, hanno portato a termine il percorso di unificazione dell’intera categoria in un’unica associazione, determinando così la nascita di Federalberghi Caorle. Un percorso che porta la categoria ad essere più rappresentativa, più efficace e più organica ed a poter manifestare un’unica voce dell’intero comparto alberghiero di Caorle nei confronti degli altri interlocutori e quindi anche nei rapporti con l’amministrazione comunale”. “L’unità tra gli albergatori, rappresenta un sogno che diventa realtà”. Ha aggiunto il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli.

Prima di iniziare, il presidente uscente di Aca, Loris Brugnerotto, ha portato i suoi saluti. “Sono veramente contento di vedere così tanta partecipazione, significa che c’è interesse ed aspettativa per questa realtà che sta nascendo. Mi auguro che questo pargolo nasca sano, con idee chiare, con voglia di fare, con onestà e anche chi rimarrà fuori dal cda dia ugualmente una mano, portando il suo contributo. Siamo in un momento di partenza e mi auguro che non si guardi più al passato, a quello che è successo, ma si guardi avanti. Dobbiamo creare una squadra unita”. Manrico Pedrina, presidente Confcommercio Portogruaro, Bibione e Caorle (ha presieduto la prima assemblea) ha sottolineato l’importanza di creare un soggetto unico, forte, che porti avanti le istanze degli albergatori, che a Caorle rappresentano 137 strutture ricettive.

Il primo consiglio

Ecco, dunque, il primo consiglio di Federalberghi Caorle: Loris Brugnerotto, Celio Bortoluzzi, Nazareno Cosmo, Mattia Munerotto, turchetto Kay, Alberto Borin, Marco Catto, Nazzareno Mazzarotto, Giorgio Rosso. Fra qualche giorno sarà decisa la data del primo incontro, dal quale uscirà il nome del presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X