Articoli di Economia e società

E-dock: prima infrastruttura per la ricarica delle barche elettriche

Ideata dalla società e-concept, rappresenta l'avvio di un progetto che punta a realizzare una rete di ricarica in tutta la città. L’assessore De Martin: “Venezia in prima linea per la sostenibilità ambientale”

Presentato E-dock il primo progetto che guarda all’ambiente, finalizzato alla nautica elettrica, L’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente Massimiliano De Martin è intervenuto questa mattina, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, alla conferenza stampa di presentazione del progetto e-dock.

E-dock

L’appuntamento, si è svolto in streaming in base alle disposizioni del recente Dpcm. Queste le parole dell’assessore Massimiliano De Martin:

“E-dock, nasce per avviare una progressiva riduzione dell’impatto ambientale, dal momento che i motori elettrici marini sono caratterizzati dall’assenza di emissioni chimiche o fisiche nocive per l’ecosistema. Il progetto integra la tecnologia di ricarica elettrica nella palina tipica di ormeggio con materiali riciclabili al 100%.

L’obiettivo è di realizzare la prima palina pubblica e privata dedicata alla nautica elettrica da diporto, da lavoro, per il trasporto dei passeggeri. Il settore nautico, va visto dal punto di vista della città perché la barca a Venezia è un mezzo di trasporto urbano.

Per questo da quattro anni stiamo cercando di sensibilizzare i governi che si sono succeduti sull’importanza di garantire anche la rottamazione degli scafi e dei motori delle imbarcazioni, attraverso il rifinanziamento della Legge Speciale.”

Il primo Salone nautico a Venezia

Nell’evidenziare la necessità di garantire la manutenzione dei canali, De Martin ha ricordato infine il primo Salone nautico di Venezia. Ha inoltre annunciato che nell’edizione 2021 della manifestazione, in programma dal 29 maggio al 6 giugno, si svolgerà la prima E-regata che coinvolgerà solo imbarcazioni con motori elettrici.

Il Patto globale dei sindaci per il clima

A Venezia, inoltre, nell’aprile 2020, il Consiglio comunale ha approvato l’adesione al nuovo Patto globale dei sindaci per il clima e l’energia.

Il Patto, impegna il Comune di Venezia a redigere entro il 2022 un nuovo Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima PAESC. L’obiettivo del piano è la riduzione delle emissioni di CO2 almeno del 40% entro il 2030 e la neutralità emissiva entro il 2050.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button