Servizi Cronaca

Droga a Mestre e Marghera: 32 arresti di albanesi e italiani

Maxi retata di trafficanti e spacciatori a Venezia: 10 arresti e per altri 17 è scattato il divieto di dimora. Nel 2019 Venezia ha registrato un morto al mese per overdose.

Non solo la mafia nigeriana. Sul fiorente mercato dello spaccio della droga a Mestre proliferano banda di albanesi e italiani. La conferma è arrivata dai dieci arresti e da altri 22 altri provvedimenti restrittivi. Il reato è di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti scattati all’alba di stamane.

Gli arresti

L’operazione è della Guardia di Finanza veneziana. I militari del nucleo hanno scoperto dopo tre anni di indagini una ramificata organizzazione criminale con base a Marghera. Acquistava partite di droga dall’Olanda e poi la spacciava a Venezia e in terraferma. Assieme agli arresti è scattato anche il sequestro di 20 chili di cocaina, marijuana e hashish e contante 117 mila euro ritenuto parte del profitto di un traffico che a livello veneziano si traduce in una morte per overdose al mese.

Droga a Mestre

Nel 2019 sono morte 11 persone e in 8 casi è stata l’eroina ad uccidere. Stamane sono scattate anche perquisizioni domiciliari nelle province di Venezia, Padova, Vicenza, Treviso, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia e Bolzano, che potrebbero rivelare anche altri dettagli importanti sull’organizzazione Intanto 17 dei 22 provvedimenti restrittivi consistono in un divieto di dimora nella provincia di Venezia e in un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 4 persone.

L’indagine

L’indagine era partita nel 2016 a seguito di alcuni sequestri di cocaina, marijuana e hashish ad alcuni spacciatori di nazionalità marocchina nel centro storico di Venezia. Gli approfondimenti del caso, eseguiti con intercettazioni telefoniche ed ambientali, hanno portato al sequestro in prossimità del casello autostradale di Mestre e in varie località delle province di Venezia e Padova, di alcuni carichi di cocaina e di hashish destinata al mercato veneziano e al conseguente arresto degli spacciatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X