Articoli di Economia e società

Discoteca – Ristorante: ora tutti copiano da Jesolo. Iniziativa di SILB

Consente alla discoteca di sospendere temporaneamente la licenza per il ballo e permettere ai locali di proseguire all’attività come ristorazione, dove questo sia naturalmente possibile.

E’ stata una delle iniziative più semplici, concettualmente, da realizzare, ma che avrà gli effetti commercialmente più interessanti. Anche perché permetterà ad alcune attività di riprendere, senza rischiare di rimanere completamente ferme, garantendo anche una certa occupazione. Ed ora tutti la vogliono copiare. E’ l’iniziativa partita dal Silb – Confcommercio di Venezia, il sindacato italiano dei gestori dei locali da ballo, provinciale di Venezia, realizzata a Jesolo, grazie alla disponibilità dimostrata dall’amministrazione comunale. In sintesi: consentire alla discoteca di sospendere temporaneamente la licenza per il ballo e permettere ai locali di proseguire all’attività come ristorazione, dove questo sia naturalmente possibile.

La discoteca

“A Jesolo, dove abbiamo incontrato l’appoggio dell’amministrazione comunale che ringraziamo – ha commentato il presidente Silb Provinciale, Franco Polato – l’idea è già piaciuta, tanto è vero che dei locali si sono già organizzati in questa direzione ed hanno già iniziato ad aprire solo con la ristorazione, trovando la soddisfazione della gente. E’ un modo che permette a noi imprenditori di aprire ugualmente, anche senza il ballo (considerate le restrizioni imposte dal Governo), e di lavorare”.

Il progetto

Il progetto sta piacendo anche oltre confine comunale e provinciale. “Da quando è stata ufficializzata – continua Polato – ho iniziato a ricevere telefonate da colleghi di città di varie parti d’Italia, da Nord a Sud: tutti a chiedermi come abbiamo fatto, quali interventi amministrativi devono essere adottati e, come imprenditori, come dovevamo organizzare il locale. Ho iniziato a fornire loro tutti i dettagli del nostro progetto. Fa piacere che l’idea sia piaciuta, ma soprattutto fa piacere che possiamo dare un aiuto concreto ai nostri colleghi. D’altra parte questo è il ruolo delle associazioni di categoria: aiutare, in tutti i modi possibili, gli imprenditori, anche e soprattutto in momenti di emergenza e difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close