Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Demi Lovato è in ospedale, in seguito a una overdose

Demi Lovato è in ospedale, in seguito a una overdose

321
demi lovato
L’ex stellina della Disney Demi Lovato è in condizioni stabili all’ospedale, dove è stata ricoverata in overdose.

La cantante e attrice Demi Lovato, ricoverata per una sospetta overdose di eroina, è in condizioni stabili e ringrazia tutti i fan per l’amore e il sostegno.

Sono stabili le condizioni di Demi Lovato, che nelle scorse ore è stata ricoverata in ospedale dell’area di Los Angeles per una sospetta overdose di eroina. Da qualche tempo la star 25enne dava segni di instabilità: alcuni giorni fa il Daily Mail aveva riportato la notizia che la cantante, da poco uscita dall’ennesimo ricovero in una clinica per la riabilitazione dalle dipendenze, era stata vista uscire ubriaca da un locale di Hollywood. In precedenza, nel bel mezzo del suo tour, aveva licenziato il suo manager Phil McIntyre che, secondo alcune voci, stava cercando in tutti i modi di tenerla lontana dai guai.

«Demi è sveglia e con accanto la sua famiglia, che vuole ringraziare tutti per l’amore, le preghiere e il sostegno», afferma una nota della sua portavoce, in cui si sottolinea che alcune delle informazioni riportate dai media non sono corrette, ma non si specificano i motivi del ricovero.

Secondo fonti delle le forze dell’ordine la Lovato non sarebbe stata cooperativa con i paramedici, dopo che l’avevano riportata alla coscienza con il Narcan (un trattamento di emergenza per contrastare gli effetti degli oppiodi), non volendo rivelare la causa dell’overdose.

Non è stata aperta alcuna indagine criminale, perché in casa dell’ex stellina Disney non sono state rinvenute droghe e non è possibile determinare se fosse in possesso di sostanze illegali. Solo il mese scorso, Demi Lovato aveva pubblicato il singolo “Sober“, in cui si scusava per aver rotto, per la prima volta dopo sei anni, il suo voto di sobrietà. In passato aveva infatti lottato a più riprese contro la dipendenza da droghe e alcol, che l’avevano costretta anche a un periodo di riabilitazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here