Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo MusicNews: Dark Polo Gang, Lo Stato Sociale e nonno Vasco

MusicNews: Dark Polo Gang, Lo Stato Sociale e nonno Vasco

487
dark polo gang
La Dark Polo Gang entra nel dizionario della lingua italiana della Treccani con il neologismo “bufu”, “ridicolo”.

Dark Polo Gang nel vocabolario della Treccani con il neologismo “bufu”, Lo Stato Sociale ha finito la “vita in vacanza” e Vasco Rossi presenta don Ciotti.

I ragazzi della Dark Polo Gang fanno scuola: il neologismo “bufu”, che la formazione trap romana utilizza nei testi delle sue canzoni come sinonimo di “ridicolo”, è entrato nel dizionario della lingua italiana Treccani. Il nuovo termine è stato mutuato dallo slang americano, in cui viene utilizzato come acronimo per esprimere sia la frase «By Us Fuck U», «per noi puoi andare affa…», sia l’offesa “BUtt FUcker”, cioè sodomita.

Per il dizionario «la parola nasce come contro-offesa ai cosiddetti haters, letteralmente coloro che odiano (una sorta di nemici), che hanno fatto nei confronti della band alcuni dissing», ma nella percezione degli adolescenti ha preso il significato di un sinonimo di “ridicolo”. Intanto ieri la Gang ha pubblicato QUI il video di “British”.

Altro gruppo che piace ai giovani è Lo Stato Sociale che, dopo una primavera “in vacanza”, torna in tour da stasera, al Carroponte di Milano, domani saranno ospiti della Notte del Liscio a Gatteo a Mare. Martedì 12 giugno, un concerto offerto dal comune nella loro Bologna, in Piazza Maggiore, quindi a luglio Padova, Collegno (Torino), Roma (QUI i biglietti) e poi ancora molte altre date, in giro per tutta la penisola fino a Ferragosto.

Sempre stasera, ma su Rai 3 alle 21:15 va in onda il documentario “Così in terra” – dedicato a don Luigi Ciotti, il mitico prete combattente e sotto scorta, fondatore del Gruppo Abele e ideatore di Libera – che sarà introdotto da Vasco Rossi. A proposito del loro speciale rapporto d’amicizia, il Komandante ha dichiarato: «Un fratello ritrovato. Due vite spericolate, come sono tutte le vite che si lasciano guidare dall’inquietudine, che si sentono più a casa nel cercare che nel trovare…»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here