Servizi Economia e società

Coronavirus: 5 veneziani bloccati all’estero

Alla paura per il virus in alcune famiglie veneziane si aggiunge anche la preoccupazione per i famigliari bloccati al'estero come un ragazzo che si trova nelle Antille e una coppia in vacanza in Marocco

Coronavirus: Ha 22 anni si trova alle Antille nella splendida isola di Saint barth, un angolo di paradiso per vip che ispirò Hugo Pratt per le avventure del suo Corto Maltese. Eppure lui sta vivendo un piccolo inferno: Tommaso Rocco, di ballò di Mirano, è bloccato in quell’isola, dov’era andato per fare il cameriere in un resort. Inoltre, a causa delle restrizioni imposte dal governo Macron, si è trovato con l’hotel chiuso e a dividere una sorta di abbandono da parte delle autorità francesi e italiane assieme ad altri 35 italiani provenienti da diversi regioni di cui cinque veneti.

Coronavirus

Nel gruppo tre persone sono risultate positive al coronavirus e tutto il gruppo è stato messo in quarantena totalmente privo di protezione e assistenza. È stato loro offerto un volo privato da 2500 euro che pochi si possono permettere. Dopo i tre casi nell’isola non sono più stati registrati casi positivi, ma il gruppo è preoccupato perché l’aeroporto è rimasto aperto e i turisti continuano ad arrivare e non vengono monitorati e se il virus dovesse attecchire non ci sono ospedali, tanto meno terapie intensive.

A Ballò, sono preoccupati anche i genitori di Tommaso, Simone Rocco e Roberta Guidolin, lei infermiera all’ospedale di Dolo.

Italiani all’estero

Dal 9 marzo è invece bloccato in Marocco un altro gruppo di altre 35 persone, tra cui una ragazza di Mira, una di Mirano e Massimo Compagno, residente a Campolongo Maggiore, assieme alla moglie Nejma di origini marocchine ed incinta al sesto mese. La coppia si era recata in Marocco per un mese di vacanza dai genitori di Nejma, a circa 70 chilometri da Marrakech. La coppia aveva il biglietto di ritorno per il 9 marzo da Casablanca per Venezia. Ma il volo è stato annullato.

L’ultimo contatto con il consolato è di ieri mattina, dove è stato comunicato che, al momento, non vi sono speranze di rientrare poiché il Marocco ha chiuso le partenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close