Servizi Cultura e spettacolo

Coronavirus: Venezia riapre i suoi musei

L'altro volto del Veneto e di Venezia è quello di chi non si ferma o riapre. I musei comunali ricominciano ad accogliere visitatori e la cultura si conferma una risorsa

Da oggi 2 marzo i musei e le mostre cominciano a riaprire a Venezia, assicurando il rispetto delle norme stabilite dal nuovo decreto ministeriale per il contenimento della diffusione del coronavirus.

M9 e Musei Civici

Tra i primi a comunicare la riapertura c’è M9 – Museo del ‘900, a Mestre con biglietti scontati. In questo momento negli orari canonici si può visitare Palazzo Ducale, museo Correr, Ca’ Rezzonico, Ca’ Pesaro, museo di storia naturale, museo del vetro di Murano, Palazzo Mocenico, Palazzo Fortuny, museo del merletto di Burano, Casa di Goldoni.

Coronavirus

Rimangono però sospesi i servizi di attività educative alle scuole, alle famiglie e al pubblico in genere, le visite alla Torre dell’Orologio, agli itinerari segreti e ai tesori del Doge di Palazzo Ducale e il servizio delle caffetterie.

Riguardo le altre attività è consentito lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub, è permesso a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e l’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone

Comprensori sciistici

E’ consentito lo svolgimento delle attività nei comprensori sciistici a condizione che il gestore provveda alla limitazione dell’accesso agli impianti assicurando la presenza di un massimo di persone pari ad un terzo della capienza, mentre le scuole rimangono chiuse fino all’8 marzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close