La Voce della Città Metropolitana

Coronavirus: minaccia per la stagione balneare. Parla Alessandro Berton

La stagione turistica sulla costa veneziana rischia di saltare e le società balneare non sono state incluse nel decreto Cura Italia. L'ammanco in caso di cancellazione dell'estate lungo il mare veneto sarà di svariati miliardi.

Coronavirus: minaccia per la stagione balneare a parlarcene è Alessandro Berton, presidente Unionmare del Veneto. L’ospite spiega che ci sono concreti rischi per le imprese balneari di non riuscire a lavorare durante la stagione estiva. Chiaramente si spera che queste siano solo paure che poi non avranno nessuna concretizzazione.

Coronavirus: minaccia per la stagione balneare

Il turismo delle spiagge venete è una delle maggiori fonti di entrate economiche dello Stato. Nonostante ciò, momentaneamente, le imprese che operano in questo settore non compaiono nel decreto “Cura Italia” (guarda l’intervista a Pier Paolo Baretta), cosa che ci sia augura cambierà nel momento in cui il decreto verrà revisionato. Se ciò non avvenisse molte di queste aziende sarebbero a rischio fallimento.

A causa del coronavirus molte prenotazioni per l’estate sono state annullate. Inoltre non è detto che per quel periodo gli altri Stati del mondo siano completamente sanificati. Questo comporterebbe una mancanza di turisti, dovuta al fatto che non possono muoversi dai loro Paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close