La Voce della Città Metropolitana

Mariacristina Gribaudi: la cultura a Venezia non si ferma

Ci sono aziende che resistono anche nel mondo della cultura, come i Musei Veneziani. Propongono visite virtuali e si stanno preparando al dopo epidemia con mostre di pezzi preziosi ma finora tenuti in magazzino

Nonostante il coronavirus la cultura non si ferma a Venezia, questo il messaggio che ci manda Mariacristina Gribaudi, presidente dell’associazione musei civici di Venezia. La quale spiega che insieme ai suoi collaboratori continua a lavorare dietro le quinte, sempre nel rispetto delle norme vigenti.

Mariacristina Gribaudi

Al momento la cultura continua ad esserci per tutti, per questo i musei civici di Venezia, ora si possono visitare virtualmente. Per tutti coloro che fossero interessati è sufficiente visitare i siti internet dei vari enti e da lì e facile accedere per poter visitare la struttura comodamente seduti a casa.

Fondazione Musei Civici

Quando questo momento di reclusione forzata finirà i musei saranno pronti a riaprire, sicuramente in modo nuovo e ripensato. Una delle azioni più probabili che si svolgeranno sarà quella di allestire le mostre temporanee con il patrimonio che momentaneamente si trova nei magazzini. Questo porterà due vantaggi, da una parte permetterà di mostrare quei lavori che solitamente rimangono nascosti al pubblico. Dall’altra aiuterà le casse dei musei. Questo perché, non avendo entrate in questo periodo, non potranno permettersi l’acquisizione o il prestito di opere provenienti da altre strutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close