Articoli di Cronaca

Coronavirus: si dedica alla pesca sportiva, denunciato a Venezia

Continuano ad essere numerose le denunce dei carabinieri di Venezia a persone che non rispettano le misure di restrizione domiciliare da coronavirus

Continuano i servizi svolti da parte dell’Arma dei Carabinieri, disposti dal Prefetto, per informare, supportare la popolazione e per verificare il rispetto del DPCM per il contenimento del contagio da coronavirus. La maggior parte della cittadinanza sta rispettando la normativa predisposta per evitare il contagio da coronavirus. Numerose permangono le chiamate al 112 NUE per chiedere chiarimenti sull’interpretazione delle norme o per richiedere il nostro intervento in caso di necessità.

Coronavirus

Dai controlli emerge ancora qualche situazione di violazione delle norma nonostante l’atteggiamento di estrema comprensione che pongono in essere le pattuglie nell’affrontare i singoli controlli.

Venezia

Nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Venezia, in particolare nel sestiere Cannaregio, a piazzale da Roma da parte di cittadini proveniente da Mestre, sull’isola della Giudecca e all’isola di Sant’Elena, ma anche in Campo Santa Margherita, i Carabinieri hanno denunciato dei cittadini in quanto lontani dalle loro abitazioni, i quali venivano trovati a diporto senza giustificato motivo. Un soggetto, su Riva degli Schiavoni, è stato inoltre deferito dal Nucleo Natanti mentre era intento a praticare attività di pesca, a scopo ludico, su un pontile galleggiante, ancorato nel tratto di banchina antistante il Presidio Militare.

Favaro, Marghera, Martellago, Mirano, Scorzè e Spinea

Nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Mestre, in particolare a Favaro, Marghera, Martellago, Mirano, Scorzè e Spinea nel pomeriggio in tutta la giurisdizione, i Carabinieri hanno denunciato dei cittadini, di cui alcuni stranieri, alcuni pensionati ma anche dei giovani in quanto lontani dalle loro abitazioni, i quali venivano trovati a diporto senza giustificato motivo.

Uno straniero ha inoltre fornito false generalità, mentre un pensionato da Noale si era spostato a Scorzè senza alcuna giustificazione.

Un Commento

  1. sono totalmente d’accordo sulle misure di restrizione causa coronavirus, comunque mi chiedo se vado a pescare fuori in mare “da solo” che problemi ci possano essere non infetto nessuno e non vengo infettato da nessuno quindi penso sia una restrizione assurda :salgo in macchina e sono solo ho la barca in cavana e sono solo esco in mare e sono solo quindi che problemi ci possono essere penso che bisognerebbe vedere queste restrizioni saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close