Treviso: Core Festival, la novità: un murales da 300 m²

“Core Festival Aperol Spritz”, tre giorni di musica ed eventi organizzata da Home in collaborazione con Aperol Spritz che si svolge nella zona Dogana di Treviso dal 7 al 9 giugno, porta in scena i migliori artisti made in Italy. Tra i più importanti, venerdì sul palco ci saranno Calcutta, Pinguini Tattici Nucleari, Ghemon e Myss Keta; sabato sarà il turno di Salmo, Gemitaiz, Achille Lauro, Luchè e Ketama126; domenica gran chiusura con J Ax + Articolo 31, Maneskin e Emis Killa. In tutto, sono oltre cinquanta le band che suoneranno dal vivo in questa prima edizione di un progetto totalmente innovativo nel panorama musicale italiano.

Per maggiori informazioni sull’evento e per raggiungere il Festival, leggi l’articolo su info utili.

Il recupero dell’area ex-Dogana

L’area di sviluppo del Core Festival Aperol Spritz sarà la stessa dove Home Festival è nato e cresciuto per nove anni. Tra le novità vi è il progetto di riqualificazione dell’area dell’ex Dogana, reso possibile grazie alla collaborazione con SUN68, che prevede sulla parete dell’hangar la realizzazione di un enorme murales di oltre 300 metri quadri, che per essere dipinto avrà bisogno di 50 ore di lavoro e di 40 litri di colore.

Il murales

Il lato principale dell’hangar dell’area ex Dogana durante i giorni del festival cambierà volto grazie all’opera di Zamoc (Luca Zanni), street artist di Modena. Una natura dai colori vividi sarà protagonista dell’opera, un dedalo di elementi che si intrecciano, di ispirazione orientale. Il soggetto, ispirato a un’opera di Hokusai, svetterà permanentemente nell’area industriale come dono alla città per celebrare la nascita del Core Festival Aperol Spritz, grazie al supporto di SUN68, che è entusiasta di contribuire al colore e alla bellezza di quest’area urbana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here