Controlli dei carabinieri a Mestre: due arresti nel weekend

Controlli dei carabinieri nel fine settimana a Mestre, due arresti
„Furti e arnesi da scasso: due arresti nel fine settimana“

Potrebbe interessarti: http://mestre.veneziatoday.it/controlli-carabinieri-mestre-fine-settimana.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196

I Carabinieri della Stazione di Spinea hanno tratto in arresto D. Z. F., un cittadino del posto, 39enne, colpito da Ordine di Carcerazione emesso dal Tribunale di Venezia per possesso ingiustificato di arnesi da effrazione. I fatti risalgono al febbraio del 2015 a Spinea. L’uomo è stato condannato perché trovato in possesso durante un controllo mirato di alcuni attrezzi di norma utilizzati per lavori di bricolage, ma che per le circostante di luogo e di tempo era palese fossero detenuti a scopi illegali.

Il processo si è concluso con la condanna a quattro mesi di reclusione, con l’emissione del provvedimento restrittivo eseguito nel fine settimana in occasione dell’incremento dei controlli “a tappeto”. Per l’uomo, dopo la completa identificazione e le comunicazioni di rito, è seguito l’accompagnamento presso il carcere di Santa Maria Maggiore, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Furto con strappo

Intervento analogo nelle premesse e nell’esito per i Carabinieri della Stazione di Marghera che hanno tratto in arresto Z. L., veneziano residente a Favaro, 46enne, colpito da Ordine di Carcerazione emesso dal Tribunale di Venezia per un furto con strappo. I fatti risalgono al 2006 a Marghera. L’uomo è stato condannato perché aveva commesso il grave reato – che rasenta per condotta la rapina – ai danni di un passante. Il processo si è concluso con la condanna a un anno di reclusione nonché ad una multa di Euro 350, con l’emissione del provvedimento restrittivo pure eseguito nel corso dell’ultimo fine settimana.

Coppia di irregolari

Una coppia di irregolari sul territorio comunale è stata individuata e denunciata, in differenti occasioni a Mestre. Il primo – di nazionalità polacca – è stato controllato in via Ceccherini e gli accertamenti in banca dati permettevano di appurare che era colpito dal divieto di ritorno nel Comune di Venezia, notificatogli pochi giorni prima.

La seconda – italiana classe 1996 – è stata controllata in via Torino e sottoposta alla medesima misura, pure notificata da poco. Per entrambi scattava la denuncia per l’inosservanza del divieto.

Patenti ritirate

Sono due gli utenti della strada – entrambi italiani residenti – colti in Mestre alla guida delle rispettive autovetture con il tasso alcolemico oltre il tollerato, che hanno visto sfumare con effetto immediato la patente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here