Controlli dei Carabinieri nel weekend: patenti ritirati, denunce per spaccio

Continuano i controlli dei carabinieri di Mestre nel “fine settimana”, orientati alle aree centrali della città, nel c.d. “quartiere Piave” nei parchi cittadini e Stazione ferroviaria, nonché nelle zone commerciali a ridosso dei grandi centri acquisti, nella considerazione di fatto che tali zone sono frequentatissime, purtroppo anche da malintenzionati ed in particolare ladri e truffatori; i militari dell’Arma hanno posto particolare attenzione alla vigilanza delle vie di comunicazione principali e secondarie.

Controlli dei Carabinieri

Anche la terraferma della città Metropolitana e i numerosi Comuni a “raggiera” sono sempre oggetto di ininterrotta vigilanza da parte delle pattuglie della Tenenza e Stazioni competenti per territorio, soprattutto nei confronti dei locali da ballo e delle piazze attorno alle quali vengono organizzati eventi o che comunque attirano la presenza di giovani.

Anche il controllo della circolazione stradale proprio in funzione preventiva ha portato a risultati di tutto rilievo.

Controlli sulla strada

Sono sette gli utenti della strada colti su tutta la giurisdizione alla guida delle rispettive autovetture con il tasso alcolemico oltre il tollerato, che hanno visto sfumare con effetto immediato la patente. Da record un giovane pregiudicato sorpreso alla guida in Mestre, ubriaco al limite del coma etilico, senza patente poiché mai conseguita, con l’auto priva di assicurazione e senza revisione e con un coltellaccio nella portiera.

Risultano infine, ma non come importanza, tre le persone segnalate al Prefetto come consumatori di stupefacente, poiché sorpresi con modiche quantità di stupefacente, in particolare Marijuana ma anche cocaina, sottoposte a sequestro.

Spaccio di droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato in distinte occasioni due giovani spacciatori sorpresi il primo durante un controllo stradale mentre tentava di disfarsi di una dose lanciandola letteralmente dal finestrino. Recuperata prontamente la Marijuana, i Carabinieri scoprono che a casa c’è il resto della “partita”, pur relativamente piccola, per un peso totale di quasi 30 grammi, insieme però ai classici bilancini-bustine necessari al confezionamento delle dosi e “meritandosi” la denuncia in stato di libertà.

Il secondo spacciatore è stato sorpreso dalla pattuglia Radiomobile in pieno centro del quartiere “Bissuola” al Parco “Albanese”; l’uomo di origini africane si aggirava con fare sospetto ed ad un controllo è stato sorpreso con 25 grammi di Marijuana, pronta allo spaccio e venendo conseguentemente denunciato.

Furti a Mirano

Due sono invece i denunciati per i reati di furto a Mirano. Il primo, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, approfittava della distrazione della titolare cinese di un grande centro acquisti per appropriarsi di vari capi di abbigliamento che indossava sotto i propri all’interno di un camerino. L’uomo però veniva sorpreso dal titolare e gli accertamenti dei Carabinieri permettevano di identificare e denunciare l’autore del gesto.

La seconda denuncia nasce invece da un classico tentativo di “furto con strappo” presso un frequentatissimo negozio di via Cavin di Sala a Mirano, dove i Carabinieri identificavano una donna che aveva sottratto con la forza e nascosto uno zaino ad uno studente, le cui indicazioni permettevano di giungere alla denuncia della responsabile ed al recupero della borsa.

Una donna del posto è stata identificata e denunciata a Mirano, più precisamente nei pressi di un frequentatissimo bar, poiché stava creando problemi a causa del proprio stato di ubriachezza, condotta perpetrata anche nei confronti dei Carabinieri intervenuti che le chiedevano le generalità. La donna veniva denunciata per il rifiuto e sanzionata per l’ubriachezza.

I controlli dei carabinieri continueranno imperterriti in corrispondenza anche dei prossimi fine settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here