Servizi Cronaca

Contrabbando, scoperto giro d’affari di 27 milioni di euro

Cifre da capogiro per il traffico di merce di contrabbando scoperto dalla guardia di finanza trentina e i cui tentacoli arrivavano anche in Veneto e a Venezia. 28 gli arresti quasi 30 i milioni di tasse evase. Sentiamo

Sigarette, alcol, benzina. Tutto ciò che costa molto di più a causa delle tasse governative: erano oggetto di un fiorente traffico di contrabbando in tutta Italia e la somma evasa calcolata sarebbe oltre 27 milioni di euro.

Arresti Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Trento è impegnata da stamane in arresti e perquisizioni a

  • Treviso
  • Venezia
  • Trieste
  • Roma
  • Bari
  • Latina
  • Napoli
  • Campobasso
  • Caserta
  • Perugia
  • Lecce
  • La Spezia
  • Massa Carrara
  • Isernia
  • Alessandria

In manette 28 indagati: 20 dei quali ricercati sul territorio nazionale e gli altri all’estero:

  • Croazia
  • Belgio
  • Moldavia
  • Inghilterra
  • Germania
  • Bulgaria

Merce di contrabbando

La merce, di cui: 160 tonnellate di tabacchi, 16 milioni di litri di alcol; provenienti soprattutto da Slovenia e Germania, passava via terra e via mare i valichi di frontiera di Prato alla Drava, Tarvisio e Trieste, oltre che dal Brennero. Nascoste in autoarticolati, pullman, furgoni e singole vetture con vani nascosti o coperte da merci di contorno.

Alle catture eseguite in queste ore, si vanno ad aggiungere due arresti in flagranza di reato, già effettuati nel corso delle indagini. L’inchiesta è partita nel 2018, quando sono stati scoperti, al valico del Brennero, alcuni autoarticolati che nascondevano la merce di contrabbando. La Guardia di Finanza, lavorando sull’ipotesi che esistesse un traffico più vasto, ha impiegato strumentazioni tecniche utili a scoprire doppi fondi o carichi di copertura e attivato intercettazioni attraverso le quali sono risaliti a 115 persone di nazionalità italiana, rumena, moldava, ucraina, greca e maltese che sono state segnalate all’autorità giudiziaria e sulle quali le indagini continueranno.

Mentre i 28 arrestati sono accusati di associazione a delinquere, finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, sottrazione all’accertamento o al pagamento della CISA sui prodotti energetici e sulle bevande alcoliche; il tutto con l’aggravante del reato transnazionale.

5 di loro, inoltre, percepivano il reddito di cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button