Articoli di Economia e società

Primi buoni spesa consegnati a San Donà: 11 mila euro subito ai cittadini

Le prime richieste accolte riguardano le famiglie monoreddito, o con reddito insufficiente o pari a zero, messe in crisi nel lavoro proprio dall’attuale contingenza difficile;

E’ già partita la consegna a domicilio dei primi buoni spesa per rispondere alle situazioni di difficoltà, che si sono generate a seguito dell’emergenza coronavirus a San Donà di Piave. Alla data di oggi sono 250 le domande pervenute ai servizi sociali, in corso di valutazione.

Le richieste

Le prime richieste accolte riguardano le famiglie monoreddito, o con reddito insufficiente o pari a zero, messe in crisi nel lavoro proprio dall’attuale contingenza difficile; sono stati distribuiti buoni per 11.000 euro nel corso della prima giornata.

Buoni spesa

Il valore del buono erogato, commisurato al numero di componenti il nucleo familiare e potrà avere un valore massimo da 150 a 600 euro (a seconda di quante persone ci sono in famiglia). Il buono potrà essere utilizzato per l’acquisto di alimentari, prodotti per l’igiene personale e della casa e farmaci. Attualmente i buoni spesa possono essere utilizzati in 10 esercizi commerciali: CADORO, Winner, Alì, Fresco e Vario, Tosano, Mega, T-Food, ALDI e Crai, ma la lista è in progressivo aggiornamento.

Come richiederli

Per fare domanda è disponibile un modello apposito, scaricabile dal sito web dell’Amministrazione. Le istanze potranno essere presentate per mail all’indirizzo opportunitasociali@sandonadipiave.net, allegando il modulo compilato e la scansione del proprio documento di identità. Per informazioni i cittadini possono contattare i numeri 0421/590523, 0421/590603, 0421/590281, 0421/590824 e 0421/590298 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00.

“Gli Uffici non si sono risparmiati, per rispondere all’emergenza nel tempo minore possibile e garantendo equità nella distribuzione. Ricordiamo che per ciascun nucleo familiare si può fare una sola domanda, e che i nostri operatori vaglieranno con attenzione le richieste pervenute, al fine di evitare sovrapposizioni e sprechi di risorse” così la Vicesindaca e Assessora alle Opportunità Sociali Silvia Lasfanti.

“L’Amministrazione è, e sarà sempre, al fianco dei cittadini, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione per sostenerli in queste giornate difficili; e voglio anche ringraziare tutti i volontari, le realtà imprenditoriali, le associazioni che danno il loro contributo, mostrando quanto sia forte la comunità sandonatese nel momento del bisogno” conclude il Sindaco Andrea Cereser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close