Luca Zambelli, Coordinatore gruppo Cultura Confindustria di Venezia e Rovigo, racconta come è nata l’idea di creare un gruppo cultura all’interno di Confindustria. Il punto cardine è l’inclusione.

La cultura si intreccia con l’impresa, soprattutto a Venezia e in tutte le città culturali italiane. È per questo che Confindustria ha deciso di creare al suo interno un gruppo di imprenditori che si interessa di attività culturali. Luca Zambelli, Coordinatore gruppo Cultura Confindustria di Venezia e Rovigo, racconta che l’idea è nata da un gruppo di imprenditori che continuava ad incontrarsi ad eventi culturali. L’iniziativa di creare un gruppo all’interno di Confindustria si è rivelata di successo. Da un piccolo gruppo di 20 imprenditori si è arrivati a 200 presenze. C’è una gran voglia non solo di visitare mostre, musei o partecipare ad eventi, ma di produrre cultura.

Zambelli cita anche un esempio rappresentativo della missione di questo gruppo. Durante il primo anno di attività è stato organizzato un mini-convegno presso il ghetto di Venezia in occasione dei 500 anni del ghetto. L’argomento era l’etica del lavoro dal punto di vista cultura ebraica. Il punto cardine del gruppo infatti è proprio quello di includere tutti gli imprenditori del nostro territorio.

Questa iniziativa ha trovato una grande apertura anche da parte delle istituzioni. Negli ultimi tempi è stato stipulato un accordo molto importante e interessante con la Fondazione Musei Civici Veneziani. In virtù di questo accordo i Musei Civici di Venezia mettono a disposizione degli spazi agli imprenditori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here