Servizi Cultura e spettacolo

Chioggia: grande successo per la 83° Sagra del pesce

Dopo due anni di stop dovuti all'emergenza sanitaria, è tornata la Sagra del Pesce a Chioggia con la sua 83° edizione.

Tra i tanti eventi che animano Chioggia d’estate, la sagra del pesce è senza dubbio il più apprezzato, nonché il più blasonato. Risalendo addirittura all’agosto del 1938, è una delle sagre più amate dalla gente perché offre un cartellone ricchissimo. 10 giorni di festa con tanta cucina a base di pesce, e poi spettacoli, concerti e animazioni per bambini, artisti di strada e magnifiche attrazioni che richiamano ogni anno non meno di 100mila visitatori. L’edizione 2022, la numero 83, torna con rinnovato entusiasmo dopo 2 anni di stop dovuti all’emergenza sanitaria.

Enrico Boscolo Papo, Presidente UISP Basket Chioggia

“Quest’anno siamo riusciti a riprendere la sagra del pesce, dopo lo stop del Covid. Sagra che ormai dal 1938, sagra storica d’Italia, quest’anno è ripresa un po’ a fatica sempre per i postumi del Covid e delle crisi. Quest’anno mi sono avvalso anche di nuove persone dello staff. Abbiamo rinnovato anche molto l’attività, con i ragazzi”.

Marco Donadi, Presidente Pro Loco Chioggia

“Siamo al quinto giorno di sagra, aspettiamo come tutti gli altri giorni un notevole afflusso di persone. Ci sono sei stand gastronomici disposti lungo tutto il corso del popolo, che è la stradina centrale del centro storico di Chioggia. In più da quest’anno ci sono anche due bacari, cioè due chioschi più piccoli senza posti a sedere dove si possono assaggiare delle specialità locali e particolari”.

Valeria Tiozzo, Presidente Cooperativa Titoli Minori – Chioggia

“Siamo ormai partiti, l’avvio è stato un buon rientro dopo due anni di fermo, la pandemia si è fatta sentire. Però la gente aveva voglia di spensieratezza, di stare insieme, in momenti conviviali. Quindi nel nostro stand siamo nella parte centrale della nostra città, pronti per avere una nuova serata all’insegna dell’inclusione, del territorio, della condivisione.

Tre cooperative si sono unite, abbiamo la Cooperativa Impronta, Cooperativa dei Pescatori O.P. Fasolari, e la Cooperativa Titoli Minori pronte proprio per potervi accogliere in questa bellissima città, nel centro storico della nostra città. Per poter trascorrere dei momenti in allegria e soprattutto per mangiare del buon pesce, insieme a degli splendidi ragazzi e un personale molto accogliente e affabile”.

Lucio Perini, Presidente Cooperativa Sociale Sciabica

“Anche noi siamo pescatori, siamo la Cooperativa Sciabica, rappresentiamo sei pescherecci, quattro imbarcazioni di laguna. Facciamo la pesca di vongole di mare, fasolari di mare, e abbiamo un allevamento di vongole veraci all’interno della laguna di Chioggia. Noi abbiamo puntato la 83° Sagra del pesce in cui proponiamo il nostro prodotto di pesca e allevamento. Abbiamo quest’anno una novità: il pasticcio di canestrelli pescati dai nostri pescherecci d’altura, nostrani. Poi abbiamo le cozze, le ostriche nostrane, le sarde chioggiotte, abbiamo molto prodotto naturale di Chioggia. Puntiamo sulla qualità e sul nostrano”.

Durante tutta la durata della sagra, vengono allestiti molti stand gastronomici, ognuno con le sue speciali pietanze. Stand disposti lungo il centralissimo corso del Popolo che si trasforma in un immenso ristorante sotto le stelle. Una tradizione che si merita davvero l’appellativo di “Meraviglia Italiana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button