La Voce della Città Metropolitana

CGIA: Le PA devono rispettare le scadenze di pagamento

Il primo argomento affrontato da Draghi nel vertice tra regioni e ministri è stata la pandemia, ma ogni giorno si perdono 2 miliardi di pil e urge intervenire. Basterebbe che lo stato dice la Cgia rispettasse la legge e pagasse i proprio debiti alle aziende creditrici.

Daniele Nicolai, dell’ufficio Studi Cgia di Mestre ci è venuto a trovare per parlare dei problemi legati alla pubblica amministrazione e delle manovre in questo ambito da parte del Governo Draghi

Nicolai: Le pubbliche amministrazioni rispettino i tempi di pagamento

“Le nostre imprese, che sono in Italia più di un milione, devono rispettare i tempi di pagamento che non rispettano. Per questo alcuni settori sono molto preoccupanti. I tempi negli anni sono migliorati, rispetto alla tendenza, ma nel 2020 abbiamo registrato un nuovo peggioramento”.

“Non dobbiamo però dimenticare che talvolta negli stessi contratti, vengono imposti alle imprese delle tempistiche superiori. Si agisce quindi già a priori non rispettando la legge. In più la pubblica amministrazione non paga mai gli interessi di mora”.

Un problema questo, legato anche all’organizzazione. Una pubblica amministrazione infatti, che gestisce la liquidità, organizzata con i certificati di pagamento, sarebbe in grado di rispettare le tempistiche. Questo già avviene in molte zone anche della nostra realtà territoriale.

Il Veneto ha un apparato amministrativo più funzionante

“All’interno di un contesto economico che funziona, è molto importante che ci sia una pubblica amministrazione altrettanto funzionante. Non è un caso che nel Veneto, nonostante la crisi economica ha saputo dare dei segnali di ripresa. Ha infatti un apparato di pubblica amministrazione che funziona”.

“Nemmeno il governo è in grado di stimare l’ammontare del debito di tutte le pubbliche amministrazioni italiane. Però è un’entità enorme che, se consegnata adesso potrebbe gonfiare un po’ le vele alle imprese italiane”.

Draghi prenda atto da subito dei problemi della pubblica amministrazione

“Il Governatore Draghi deve prendere atto fin da subito dei problemi che ci sono nella pubblica amministrazione e obbligarla ad agire in tempi certi. Basterebbe far rispettare la legge e penalizzare quelle pubbliche amministrazioni che in un determinato lasso di tempo non riescono a mettersi in ordine, non rientrando i queste tempistiche”.

“Altra richiesta che già abbiamo fatto prima, è di garantire la compensazione totale tra i debiti e i crediti verso la pubblica amministrazione”. Conclude così Daniele Nicolai, dell’Ufficio Studi Cgia di Mestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button