Il cambio nome (da Aqualandia a Caribe Bay) per un parco così famoso ed importante, dove per gli addetti del settore infatti viene considerato tra i 10 migliori parchi acquatici del mondo, è una scelta coraggiosa, ma dopo trent’anni di continui aggiornamenti e nuove attrazioni è arrivato il momento di voltare pagina e guardare ancora una volto verso il futuro.

Il 2019 infatti è stato un anno importante per il parco acquatico, sono arrivate 2700 tonnellate di sabbia bianca, 500 palme e Roatan, la nuova attrazione, ma sono ancora molte le novità che coinvolgeranno il parco nel prossimo futuro. Vi presentiamo il parco Caribe Bay con l’intervista al gestore Luciano Pareschi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here