Articoli di Salute e benessere

Cardiologia di Mirano: sabato la “Giornata di Cardiologia Interventistica”

Cardiologia di Mirano: con la "Giornata di Cardiologia Interventistica" di sabato si celebrano anche i 2700 interventi annui e le 25mila prestazioni ambulatoriali

Mirano, con il suo Ospedale, è ancora una volta al centro dell’attenzione della comunità scientifica: gli specialisti cardiologi del Veneto e non solo si ritroveranno infatti sabato 26 novembre presso il Teatro Comunale per confrontarsi sugli ultimi progressi nella cardiologia interventistica. Quella che si ripropone sabato, con il consueto titolo di “Giornata di Cardiologia Interventistica Miranese” è la ventiquattresima edizione di un appuntamento ormai consolidato nel calendario sanitario, all’interno del quale da quasi un quarto di secolo trova spazio il confronto sulle ultime novità scientifiche.

Il convegno della Cardiologia di Mirano

Il convegno è organizzato dalla Cardiologia dell’Ospedale di Mirano dell’Ulss 3 Serenissima, diretta dal Primario Salvatore Saccà, ed ha il patrocinio del Comune di Mirano e di Gise-Società Italiana di Cardiologia.
La giornata sarà articolata in cinque sessioni nelle quali le relazioni dei maggiori specialisti veneti si alterneranno con gli interventi effettuati nalle sale di Emodinamica dell’Ospedale di Mirano, trasmessi in diretta, com’è ormai consuetudine in questo evento, nel Teatro sede del convegno.
Dopo una prima sessione che farà il quadro sull’attuale dibattito in cardiologia interventistica, le altre sessioni di lavoro affronteranno le innovazioni terapeutiche nel trattamento della vasculopatia periferica, le opzioni terapeutiche nello scompenso cardiaco, la gestione del paziente cardiovascolare complesso; la sessione conclusiva affronterà il tema delle più recenti novità in elettrofisiologia.

Le parole del primario Saccà

“Le nostre Giornate di ‘Cardiologia Interventistica’ sono ogni anno l’occasione – sottolinea il Primario Saccà – anche per un bilancio sul lavoro della nostra Cardiologia. E anche quest’anno, mentre celebriamo a Mirano un convegno che coniuga teoria e pratica e che condivide tra i partecipanti le più recenti innovazioni nel settore dell’emodinamica, possiamo affermare che quella di Mirano si conferma tra le emodinamiche più attive a livello nazionale, secondo i dati pubblicati dalla Società italiana di Cardiologia.

Nel 2021 sono state 25mila le prestazioni ambulatoriali effettuate dal nostro Reparto, con 2200 procedure di emodinamica, e con oltre 500 interventi di elettrofisiologia ed elettrostimolazione. La Cardiologia di Mirano quest’anno può vantare anche un ottimo risultato quanto ai tempi di degenza, che sono tra i più contenuti in Veneto: con cinque giorni di degenza media per paziente certifichiamo la qualità degli interventi effettuati e la gestione del paziente secondo le migliori pratiche, così che possa tornare al più presto ad una condizione di autonomia e poi di normalità”.

Le parole del Direttore Sanitario Giovanni Carretta

“La Cardiologia di Mirano è una delle eccellenze degli Ospedali della nostra Ulss 3 Serenissima – sottolinea il Direttore Sanitario, Giovanni Carretta, che aprirà sabato il convegno -. L’evento di sabato testimonia il ruolo di primo piano che si riconferma di anno in anno, considerando anche il sistema ampio e strutturato della rete ospedaliera che serve il territorio”.

Leggi anche: Marika Soldà nuovo direttore dell’ostetricia e ginecologia di San Donà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button