Carabinieri: dintorni di Metre scattano arresti e denunce

Il Comando Compagnia Carabinieri di Mestre continua ad effettuare incessanti servizi straordinari orientati al controllo delle aree centrali della città, nel “quartiere Piave”, nei parchi cittadini e Stazione ferroviaria, nonché nelle zone residenziali a ridosso dei centri cittadini, poiché tali zone sono frequentatissime, anche da malintenzionati e spacciatori. I militari dell’Arma hanno posto particolare attenzione alla vigilanza delle vie di comunicazione principali e secondarie.

Anche la terraferma della città Metropolitana e i numerosi Comuni a “raggiera” sono oggetto di ininterrotta vigilanza da parte delle pattuglie della Tenenza e Stazioni competenti per territorio.

Carabinieri: Arresto per furto

I Carabinieri della Tenenza di Mira hanno tratto in arresto un cittadino originario della Romania, colpito da Ordine di Carcerazione emesso dal Tribunale di Venezia per Furto ed indebito utilizzo di Carte di Credito. I fatti risalgono al luglio al 2013 a Mira. L’uomo è stato condannato per il furto di una carta di pagamento ed il successivo utilizzo della stessa.

Il processo si è concluso con la condanna a un anno e cinque mesi e 14 giorni di reclusione, con l’emissione del provvedimento restrittivo. Per l’uomo è seguito l’accompagnamento presso il carcere di Santa Maria Maggiore, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Denunciato per possesso di banconote false

Nel corso dei controlli dei Carabinieri è stato denunciato un italiano di origini napoletane, già noto alle forze dell’ordine e di recente seguito perché sospettato di tenere le fila di una rete di spaccio a Mestre. Di altra natura è la segnalazione destinata al Magistrato poiché durante le operazioni l’uomo è stato trovato con banconote da 20 Euro false. Ai militari non è sfuggita la differenza di foggia e consistenza delle banconote, che ad un attento esame si sono infatti rilevati completamente falsi.

Per l’uomo scattava la denuncia per il reato previsto dal Codice Penale, mentre è in corso l’analisi approfondita del denaro presso i laboratori della banca d’Italia, al fine di approfondirne la provenienza.

Denunciata una coppia di spacciatori

Una coppia di spacciatori è stata individuata e denunciata, in differenti occasioni a Spinea e Marghera. Il primo, un minorenne italiano, è stato trovato con ben 70 grammi di Marijuana, pronta allo spaccio e destinata ai giovanissimi del posto.
Il secondo, uno straniero, è stato colto mentre cedeva una dose di Eroina ad un tossicodipendente, a sua volta segnalato alla Prefettura.

Munizioni da guerra

Un residente di Noale è stato invece sorpreso e denunciato poiché sorpreso con un proiettile calibro 5.56 NATO durante una perquisizione, munizionamento considerato “da guerra” e quindi sequestrata.

Telfoni taroccati

Una coppia di rumeni è stata denunciata dopo essere stata sorpresa a Mirano nell’atto di vendere un I-phone falsificato. Il cellulare aveva solo il marchio della Apple, ma la componentistica era di altra fattura. In seguito a un attento esame il telefono si è rivelato il classico “pacco”. I due stranieri denunciati per commercio di merce con marchi falsificati.

Ritirate patenti a guidatori ubriachi

Sono sei in tutto gli utenti della strada colti alla guida delle rispettive autovetture con il tasso alcolemico oltre il tollerato, che hanno visto sfumare con effetto immediato la patente.

Segnalate 4 persone per uso di stupefacenti

Risultano infine quattro le persone segnalate al Prefetto come consumatori di stupefacente, poiché sorpresi con modiche quantità di stupefacente, in particolare uno straniero, una coppia di automobilisti che oltre ad essere “alticci” accompagnavano la serata con la Cocaina ed un giovanissimo con lo spinello di Hashish.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here