Articoli di Salute e benessere

Caorle: attività inclusive per persone con disabilità

Dalla scuola di barca a vela per ipovedenti e ciechi ai trattamenti shiatsu per disabili e i loro familiari

Il litorale veneziano si arricchisce di altre nuove attività inclusive per le persone con disabilità: si va dalla scuola di barca a vela per ipovedenti e ciechi ai trattamenti shiatsu per disabili e i loro familiari, ma non mancano le uscite in barca a vela, l’accompagnamento in spiaggia e lo Stand Up Paddle noto come SUP, tutto gratuito.

Attività inclusive

Oltre a questo un gruppo di disabili vivrà le prime esperienze di vita indipendente e potrà lavorare presso imprese del territorio grazie ad inserimenti lavorativi seguiti dal personale del SIL dell’Ulss 4.

Questa mattina alla Darsena dell’Orologio di Caorle è stato presentato il progetto “Turismo sociale inclusivo in Veneto” per quanto riguarda l’ambito territoriale di questa località balneare.

Paola Paludetti, direttore dei servizi socio sanitari dell’Ulss 4

“Un progetto avviato nel 2017 che prevede il prendersi cura delle persone con disabilità anche nell’ambito dell’accoglienza turistica nelle nostre località balneari. Che poi, di anno in anno, si è arricchito di nuove esperienze ed attività. Soprattutto per quanto riguarda l’inserimento lavorativo dei ragazzi. La loro autonomia, la capacità di stare insieme anche nell’ambito di attività ludico-ricreative . E’ un’iniziativa vincente su tutti i fronti. Perché nel tempo sia i nostri servizi dedicati alla disabilità. Sia il privato che ha accolto i ragazzi disabili, hanno condiviso le enormi risorse che possono offrire questi ragazzi. Risorse che da un tirocinio lavorativo sono diventate, in alcuni casi, delle vere e proprie assunzioni. Ringrazio tutti i partner che hanno aderito a questo progetto di inclusione sociale. Che hanno contribuito, e contribuiscono tuttora, ad ampliarlo. Portando benefici ai ragazzi stessi, alle loro famiglie e a tutti coloro che hanno aderito al progetto”.

La presentazione

Alla presentazione sono intervenuti gli assessori ai Servizi alla Persona ed al Turismo Katiuscia Doretto e Mattia Munerotto. I partner che hanno accolto i tirocinanti del progetto, seguiti dal personale del SIL dell’Ulss 4. L’Azienda Speciale Don Moschetta, Genagricola, la Cooperativa Il Gabbiano e il Pino/La Clessidra.

Per quanto riguarda l’inclusività sulla spiaggia di Caorle. La novità, prima e unica in Italia, è la possibilità per disabili e i loro familiari di effettuare trattamenti shiatsu gratuiti in un contesto unico. La spiaggia a pochi metri dal mare. Si tratta di trattamenti effettuati a terra, non standard ma sempre personalizzati. Effettuati da personale certificato. Sempre gratuite sono tutte le altre attività svolte nell’ambito del progetto Turismo Sociale inclusivo in Veneto. Come la possibilità di frequentare la scuola di vela per ipovedenti e ciechi gestita dalla Società Velica Caorle o partecipare ad uscite in barca a vela con derive gestite dagli istruttori del Circolo Nautico Santa Margherita.

Al termine della presentazione due gruppi di ragazzi, del Ceod dell’Ulss 4 e della Cooperativa Gabbiano/Il Pino, hanno partecipato ad un’uscita in barca a vela accompagnati dagli educatori e da istruttori esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock