Servizi Cronaca

Ladri che derubavano gli anziani arrestati a Caorle

I carabinieri di Caorle sono riusciti a fermare due ladri seriali che avevano preso di mira gli anziani nei supermercati e avevano colpito in tutto il nord Italia.

I ladri derubavano soprattutto gli anziani, approfittandosi della loro fragilità e hanno imperversato nel Nord Italia colpendo svariate volte, fino a quando i carabinieri di Caorle li hanno fermati.

I ladri colpivano soprattutto gli anziani

Si tratta di due romeni che colpivano soprattutto nei supermercati, è stato proprio il furto di un portafoglio di una signora anziana mentre faceva la spesa a mettere i militari sulle tracce dei ladri seriali.

I due hanno utilizzato la carta bancomat della donna per svariati prelievi presso alcuni sportelli della località veneziana e per evitare di essere riconosciuti dalle telecamere degli istituti di credito e dei centri commerciali, agivano con volti parzialmente coperti. Ai due mal viventi i carabinieri sono risaliti dopo aver avuto alcuni riscontri durante l’indagine tanto che sono riusciti a fermarli in un supermercato, dove probabilmente stavano cercando un’altra vittima.

Risultavano gravati da numerosi precedenti penali e di polizia per reati specifici con l’analogo modus operandi.

A Venezia fermati tre minorenni

Nel centro storico veneziano i carabinieri della compagnia di Venezia, grazie anche all’aiuto congiunto della polizia ferroviaria e quella locale, sono riusciti a fermare tre minorenni che si stavano dirigendo verso la stazione dopo aver tentato di rapinare un sessantacinquenne in un bar.

I tre ragazzi extracomunitari hanno avvicinato l’uomo al bancone e gli hanno intimato di consegnare il denaro che aveva con se. La potenziale vittima non si è fatta intimidire e si è rifiutata. A quel punto, i tre gli hanno spruzzato in volto del liquido al peperoncino. L’uomo non si è arreso e ha cercato di fermare uno dei tre, venendo ugualmente raggiunto dallo spray. I ragazzi, però, di fronte a tanta resistenza hanno deciso di darsi alla fuga. Sono stati fermati poco dopo e ora due di loro si trovano nel carcere per minori di Treviso, il terzo in una comunità del veneziano.

Leggi anche: Venezia: lavoro del questore contro baby gang e violenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock