box office
Un fotogramma di “Aladdin”, che ha dominato il weekend al cinema incassando 6,4 milioni di euro in cinque giorni.

“Aladdin” sbanca il Box Office

Weekend di fine maggio decisamente soddisfacente per il Box Office italiano, grazie anche al solito maltempo di maggio. Grande protagonista il live action Aladdin, che ha incassato 5,6 milioni di euro (6,4 milioni in cinque giorni), secondo miglior esordio dell’anno dopo “Avengers: Endgame”. Posizione d’onore, a grande distanza (1,4 milioni di euro) per “Il traditore”, di Marco Bellocchio reduce dal festival di Cannes, come “Dolor y gloria” di Almodóvar, con Antonio Banderas premiato come miglior interprete, arrivato a un totale di 2,1 milioni di euro dopo il secondo fine settimana.

Il regista Bong Joon-ho vuole conoscere Gianni Morandi

A proposito del Festival francese, il regista sudcoreano Bong Joon-ho, vincitore della Palma d’oro per Parasite, nella scena finale del film ha inserito la celeberrima In ginocchio da te di Gianni Morandi. E durante il cocktail di chiusura il cineasta ha chiesto al distributore italiano di conoscere il cantante, il quale (in Sardegna sul set della fiction “L’isola di Pietro”) ha prontamente replicato QUI: «Sono sorpreso e contento. Che bello, magari mi invitano a cantare in Sud Corea, dove non sono mai andato», a corredo di un video delle immagini di “Parasite” e del regista con la Palma appena vinta.

“Sulla mia pelle” è il Film dell’Anno dei Nastri d’Argento

Sulla mia pelle, di Alessio Cremonini, ha invece vinto il titolo di Film dell’Anno dei Nastri d’Argento 2019, che sarà consegnato giovedì al Maxxi di Roma. «Un film necessario, emozionante, coraggioso che, oltre il valore artistico, ha impresso una svolta determinante nel caso anche giudiziario della tragica, sconvolgente vicenda di Stefano Cucchi», recita la motivazione dei Giornalisti Cinematografici sottolineando inoltre: «La prova eccezionale di Alessandro Borghi e l’interpretazione di Jasmine Trinca»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here