Articoli di Cronaca

Borseggiatrice con 37 precedenti arrestata dalla Polizia Locale di Venezia

Una serie di precedenti contro il patrimonio per un totale di 37 reati. Arrestata borseggiatrice nel pomeriggio di ieri, martedì 8 giugno

Arrestata ieri a Venezia una borseggiatrice 43enne straniera residente nel Milanese. La Polizia locale ha sorpreso la donna in flagranza, mentre tentava di rapinare un turista in zona Campo San Zulian.

Un ufficiale di Polizia in borghese ha fermato la donna dopo una segnalazione. Questa denunciava atteggiamenti sospetti della presunta borseggiatrice, mentre si aggirava tra Campo San Polo e Campo San Tomà. La signora era già stata avvistata in città lo scorso due giugno.

Come agiva la borseggiatrice

All’arrivo della segnalazione l’ufficiale della Polizia locale si è recato sul posto e ha subito individuato la persona sospetta. Era vestita, secondo quando riportato, con accessori spesso utilizzati da altre borseggiatrici, come una capiente borsa in tela e una maglia nera appoggiata su un avambraccio.

L’agente ha proseguito il pedinamento della 43enne da Campo San Polo verso Campo San Zulian. In questo modo ha notato che la donna, durante il percorso, si era avvicinata almeno due volte a turisti che portavano zaini sulla schiena, cercando di aprirne le cerniere.

L’intervento della Polizia locale

Il fermo della signora è avvenuto proprio all’altezza di Campo San Zulian. La sospetta si è avvicinata alla schiena di un turista con uno zaino in spalla che si stava dirigendo verso la Spadaria. Con la mano destra la donna è riuscita ad aprire velocemente due cerniere dello zaino per rovistare all’interno, coprendo la sua azione con la maglia nera appoggiata sulla mano sinistra. L’agente di Polizia locale è subito intervenuto per bloccare la borseggiatrice. Il turista, un cittadino moldavo in visita in città con la famiglia, ha denunciato la donna recandosi nella vicina stazione di Polizia locale di San Marco.

Processo e identificazione della borseggiatrice

La Polizia locale ha identificato la borseggiatrice ed è risalita ai suoi precedenti. La donna quindi è stata arrestata per tentato furto aggravato e ha trascorso una notte in stato di fermo nella camera di sicurezza della Polizia locale all’isola del Tronchetto.

Nella giornata di oggi è stata condotta davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e imposto l’obbligo di firma in una caserma dei Carabinieri nel suo luogo di residenza. Intanto si attende il processo, fissato per il 30 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button