Articoli di Economia e società

Biblioteca Vez di Mestre, passi avanti nei lavori

Vanno avanti a Villa Erizzo i lavori che, entro l'inizio del prossimo anno, daranno una nuova veste alla biblioteca Vez di Mestre.

Il cantiere, dopo la risoluzione di alcune procedure tecniche e burocratiche, è partito a pieno regime a inizio anno e vede già la realizzazione di buona parte delle nuove strutture della Biblioteca Vez di Mestre. A verificarne lo stato di avanzamento sono stati questa mattina, giovedì 21 luglio, gli assessori ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto, e alla Coesione sociale, Simone Venturini.

Biblioteca Vez

La nuova Vez, spiegano i tecnici e i referenti del Settore Cultura del Comune di Venezia, prevederà un sostanziale raddoppio della capienza attuale, con un aumento di 145 posti a sedere oltre a nuovi scaffali e postazioni studio.

In un concetto di biblioteca diffusa e trasversale, saranno predisposti servizi dedicati a tutte le età, con rafforzamento della fascia tra i 14 e i 20 anni per la quale saranno istituiti dei laboratori specifici. Così come per gli studenti universitari verrà riservata un’area nel corpo storico dell’edificio, mentre per famiglie e anziani, ma non solo, viene concepita una zona polifunzionale con una offerta libraria variegata.

Sul lato tecnico, inoltre, si sono inserite alcune modifiche che, in base alle richieste del Settore Cultura del Comune, riguarderanno la realizzazione di un nuovo vano ascensore e l’allargamento della scala nella zona dell’ingresso e una struttura di compartimentazione tra la caffetteria e la zona della sala lettura.

Francesca Zaccariotto, assessore

“Un cantiere molto importante e atteso, che si posiziona al centro della città e che diventa un nuovo luogo di aggregazione per i nostri giovani e non solo”, ha commentato l’assessore Zaccariotto. “E’ un investimento significativo, da circa due milioni di euro, voluto da questa Amministrazione. Vedrà anche la realizzazione di un auditorium da cento posti, in aggiunta alle aree lettura. Un ulteriore polo di attrazione culturale per Mestre, che auspichiamo di consegnare alla città all’inizio del prossimo anno”.

Simone Venturini, assessore

“Un passaggio importantissimo per Mestre e per l’intera città di Venezia”, aggiunge l’assessore Venturini. “Con un progetto per tanti anni discusso che viene finalmente messo a terra e realizzato con questa Amministrazione.

Un investimento rilevante in termini economici e progettuali, che fornisce un ulteriore spazio per fare comunità. Porta a compimento quel grande lavoro di rafforzamento e riforma del sistema bibliotecario cittadino che ha visto, tra gli altri, interventi di restauri e nuove aperture: a Forte Marghera, alla Vez Junior, alla Bissuola e a San Provolo con la Bettini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button