Articoli di Cultura e Spettacolo

MusicStream: Beatles e Lucio Battisti, come va lo streaming

Spotify ha condiviso dati sui Beatles e i brani più ascoltati - a 24 ore dal debutto - di Lucio Battisti, che su iTunes occupa 20 delle prime 25 posizioni.

I Beatles sono al 93/mo posto fra gli artisti più popolari su Spotify

In occasione delle celebrazioni per i 50 anni dell’uscita di Abbey road dei Beatles, Spotify ha pubblicato alcune statistiche riguardanti la band di Liverpool, sbarcata sulla piattaforma svedese il 24 dicembre 2016. Durante l’anno in corso, la musica dei Fab Four è stata riprodotta – in tutto il mondo – quasi 1,7 miliardi di volte, per oltre il 30% dagli appartenenti alla fascia demografica 18-24 anni, quella che li ascolta maggiormente. I Beatles sono al 93/mo posto nella classifica di popolarità stilata a metà 2019, con 20,6 milioni di ascoltatori mensili, che costituiscono l’8,9% della base di utenti globale.

Il brano più cliccato nel primo giorno di Battisti è “29 settembre”

Lucio Battisti, invece, è appena arrivato online e – come successo per i Beatles a suo tempo – molti si sono chiesti quali siano state le canzoni più ascoltate in streaming e quelle più scaricate nelle prime 24 ore successive alla pubblicazione. In testa alla classifica del 29 settembre, resa nota da Spotify, c’è proprio 29 settembre, con circa 390mila ascolti, 40mila in meno rispetto alla numero uno di giornata Pookie di Aya Nakamura e Capo Plaza. Vengono poi “Non è Francesca” (313mila riproduzioni) e “Mi ritorni in mente” (292mila). Meno gettonati grandi classici come “Il mio canto libero” (105mila ascolti) “Emozioni” (a quota 55mila) e “Una donna per amico” (41mila riproduzioni).

Su iTunes Lucio Battisti ha venti canzoni fra le 25 più scaricate

Nella classifica diTunes prevalgono Il mio canto libero, seconda dietro a “Non avere paura” di Tommaso Paradiso, “La canzone del sole”, terza, e “I giardini di marzo, al quinto posto. Oggi occupa 20 delle prime 25 posizioni, a tenergli testa solo i singoli di Tones and I, Tiziano Ferro, Fred De Palma e Mahmood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button