Servizi Sport

Beach Volley Marathon: big con e senza disabilità in campo insieme

Bibione è ripartita anche con la Beach Volley Marathon che quest'anno è giunta alla 17° edizione e con il para beach volley, oltre 10 mila atleti. I numeri prepandemia avevano raggiunto i 20 mila atleti, ma gli organizzatori sono comunque soddisfatti e definiscono l'edizione 2022 una buon punto di ripartenza

Dal 13 al 15 maggio si è tenuta la maratona del beach volley più partecipata al mondo sotto il cielo azzurro di Bibione. AeQuilibrium Beach Volley Marathon è un evento spettacolare nel senso più pieno del termine, con atleti, turisti e appassionati di sport.

I campioni del Beach Volley

Sul campo centrale si sono avvicendati campioni nazionali della disciplina. Era presente l’inossidabile Nicola Grigolo, classe 1967, veterano dei giochi olimpici di Atlanta del ‘96. E’ inoltre il primo italiano del Beach Volley a vincere un campionato del mondo. C’erano anche la coppia Francesco Vanni e Fabrizio Manni, il due volte campione italiano Matteo Ingrosso, e Davis Krumins atleta del campionato italiano del Mutina Beach. Fortissima e giovane la coppia Chiara They e Alice Gradini, delle nazionali giovanili. Insieme c’erano le campionesse italiane in carica Jessica Allegretti e Giulia Toti.

Il Beach ParaVolley a Bibione

Stessa spiaggia, stesso campo, stessa sabbia per le nazionali del Beach ParaVolley. Quella di Bibione era la prima e unica tappa in Italia. Oltre alla nazionale azzurra, rappresentata da due squadre, si sono sfidate le rappresentative di Ungheria, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

Branko Mihorko, presidente di ParaVolley Europe, è arrivato stamattina direttamente sui campi. “Dopo questo evento a Bibione, sono certo che tante località vorranno replicare un’esperienza di successo e integrazione come questa che sta andando in scena su questa fantastica spiaggia”.

Enzo Chinellato, patron della AeQuilibrium Beach Volley Marathon di Bibione

“E’ una grande soddisfazione avere il Beach Volley mondiale, per la disciplina Para e per il Beach olimpico, proprio qui a Bibione. Sono comunque due anni che l’evento non si è mai interrotto. Nel 2020 e nel 2021 la manifestazione è stata comunque organizzata, anche se con numeri diversi, ed inferiori rispetto alle edizioni precedenti. Siamo molto orgogliosi e soddisfatti”.

“L’edizione n. 27 è ancora conferma di come gli eventi sportivi con grandi numeri riescono a riunire turismo, sport, divertimento. Grazie a Bibione e ai suoi operatori che ci credono sin dall’esordio”, ha aggiunto Chiellato.

Giuliana Basso, presidente di Consorzio Bibione Live

“Siamo una località inclusiva perché lo abbiamo scelto e perché turismo e accessibilità sono inscindibili. Siamo orgogliosi di ospitare il primo evento italiano di Beach ParaVolley, per noi è una conquista importante rispetto al percorso che stiamo facendo, vogliamo anche che sia un punto di partenza per altri eventi sportivi per tutti”.

Giuliana Basso ha inoltre commentato: “E’ da quattro anni che ci impegniamo su questo progetto dell’inclusione. Siamo partiti anni fa con la formazione per tutti gli operatori e per chi è a contatto con la clientela. Il fatto di poter vivere l’esperienza nella località, e il poter parlare di inclusione anche a livello sportivo, è un grandissimo goal”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button