Servizi Cronaca

Barchini lanciati a folli corse: giro di vite

La scure dei controlli della polizia sui barchini lanciati a folle corsa in laguna è calata su tre imbarcazioni. Pizzicato alla guida anche un minorenne. Per tutta l'estate a vigilare affinchè le barche non si trasformino in bare ci sarà anche un aereo

Il giro di vite sui barchini che scambiano la laguna per un percorso di off shore è scattato da alcuni giorni e in queste ore la polizia ha sequestrato tre motori truccati. Risultato molti diportisti si stanno precipitando nelle officine meccaniche dove avevano alterato i motori per riportare le loro barche entro i limiti di legge. Il trambusto è stata causato dall’operazione “acque sicure” fatta partire dal questore di Venezia Maurizio Masciopinto con una squadra di 5 volanti tre acqua scooter, un ‘imbarcazione d’altura e un aereo dotato di videocamera, che segnala le folli corse dall’alto.

Un team che ha dimostrato di muoversi bene al punto che davanti al Lido è riusco a fermare tre imbarcazioni con motori truccati e scoperto un minorenne alla guida di un natante. Sono state inflitte sanzioni per 12 mila euro.

I barchini

I controlli continueranno e la questura avvisa che l’attenzione maggiore sarà riservata a particolari aree della laguna Laguna Nord, nella zona della spiaggia del Bacan, nel canale di Sant’Erasmo, nell’isola della Certosa e a quella delle Vignole. Mentre nella Laguna Sud saranno osservati speciali il canale di Santo Spirito e il canale Malamocco.

Un Commento

  1. Sono contentissima che stiano finalmente stringendo i freni sulle folli corse dei Barchi i di giovani spesso minorenni che si divertono stupidamente fregandosene della Laguna e dei pericoli cui sottopongono le altre barche…. All epoca della Serenissima, non se la serebbero cavata con una multa, ma sarebbero finiti nelle prigioni di Palazzo Ducale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button