Avanza la campagna informativa sul riordino del commercio

Nella serata di ieri, in sala del Consiglio, il primo incontro pubblico tra l’amministrazione e gli esercenti per spiegare i contenuti del provvedimento sul riordino del commercio che entrerà in vigore dal 1° giugno.

A margine del primo incontro pubblico tra l’amministrazione comunale gli esercenti jesolani per discutere e spiegare i contenuti del nuovo provvedimento sul riordino del Commercio, l’assessore al Commercio e Attività Produttive, Alessandro Perazzolo, fa il punto della situazione:

“Sono particolarmente soddisfatto della discussione in Consiglio, perché ha permesso di avere quel contatto diretto con gli operatori della nostra città che lavorano quotidianamente per sostenere il commercio, riuscire a dialogare con loro per far capire quello che stiamo facendo come amministrazione, chiarire le tante cose che da più parti sono state dette su questo regolamento, in parte non vere, e avere tutti le idee più chiare.

Ribadisco che si tratta di poche e semplici regole, condivise con il sostegno delle associazioni di categoria, che avranno valore per tutti, con l’obiettivo di dare maggior ordine ai negozi e una migliore visibilità dalla strada. Non stiamo parlando di stravolgimenti ma di aggiustamenti che, se visti con obiettività, si traducono in un piccolo sforzo di organizzazione degli spazi. Per di più, parliamo di un testo approvato a dicembre e che entrerà in vigore solo a giugno, con sei mesi di tempo per poter essere compreso e rispettato, grazie anche ad un piano di comunicazione studiato appositamente.

La condivisone, in particolare con le categorie economiche, è il principio che finora ha guidato l’azione di questo assessorato anche quando si è trattato di produrre altre normative. Faccio riferimento alla diffida amministrativa, che ha evitato agli esercizi commerciali la sanzione immediata per violazione di normative regionali, alla revisione del regolamento ERP che ha consentito di sbloccare una situazione al palo da anni, incentivando la residenzialità stabile e all’introduzione del regolamento per le sale da gioco (slot).

Con le associazioni ci ritroveremo anche a fine stagione per fare il punto. Andiamo avanti convinti di aver imboccato la strada giusta e aver fatto le scelte giuste”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here