Articoli di Cronaca

Atti vandalici su 3 veicoli dell’Ulss 4

Il DG Filippi: "gesti deplorevoli che non penalizzano 'solo' l'azienda sanitaria ma tutte quelle persone che necessitano di assistenza sul territorio".

Sono stati commessi 3 atti vandalici sulle auto dell’Ulss 4 nella giornata del 9 novembre. Il DG Filippi: “gesti deplorevoli che non penalizzano ‘solo’ l’azienda sanitaria ma tutte quelle persone che necessitano di assistenza sul territorio”.

Le parole del direttore generale dell’ULSS4

“Un gesto deplorevole, compiuto da dei veri e propri imbecilli che pensavano forse di colpire l’Azienda sanitaria, ma che in realtà hanno provocato disagi ai servizi territoriali, all’utenza, perché abbiamo dovuto sospendere l’attività per il tempo necessario a far sostituire i  pneumatici delle auto in questione”. Il direttore generale dell’Ulss 4, Mauro Filippi, non usa mezze misure nel condannare gli atti vandalici che hanno interessato tre auto dell’Azienda sanitaria. Le quali erano posteggiate nell’area del distretto sociosanitario (ex silos) di Portogruaro.

I danni degli atti vandalici

A rilevare la foratura di 3 pneumatici, causata probabilmente da un oggetto da taglio, è stato il personale dell’Azienda sanitaria, martedì 9 novembre. I danni hanno interessato una Fiat Panda in uso alle Cure Primarie, una Fiat Tipo in uso al Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) e una Peugeot e-208 in uso al personale della Disabilità e del Servizio di Integrazione Lavorativa (SIL).

Un potenziale pericolo

Filippi osserva che per quanto riguarda il danno causato alla Peugeot 208 elettrica in particolare, acquistata lo scorso luglio, il pneumatico è esploso poco dopo la partenza dei veicolo, “mettendo a rischio la salute del personale a bordo . Ribadisco che l’aver danneggiato tre auto è come aver danneggiato delle apparecchiature elettromedicali. Ad esempio una tac o un ecografo, perché il risultato è lo stesso.

Hanno colpito l’utenza che usufruisce di servizi che richiedono l’impegno di questi mezzi. Spero che chi ha compiuto tali gesti comprenda la gravità e mi auguro che episodi simili non possano più accadere”. Il fatto è stato denunciato alle autorità competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button