Articoli di Economia e società

Pasticceria Veneta, l’appello: comprate la colomba artigianale

L'appello della Pasticceria Veneta invita a comprare la colomba artigianale per aiutare a non far scomparire i laboratori di pasticceria

Appello artigiano: comprate la colomba artigianale è più buona e aiuta la Pasticceria Veneta a non scomparire in meno di 50 anni dimezzati i laboratori di pasticceria.

Aiutare la Pasticceria Veneta

Seconda Pasqua in lockdown, ma potenzialmente quest’anno sarà meno amara per i pasticceri e gli specialisti dei gran lievitati veneziani. A differenza dell’anno scorso, quest’anno i laboratori veneziani potranno restare aperti.

Una differenza sostanziale rispetto a 12 mesi fa, quando una regola assurda li teneva chiusi rispetto ai negozi e alla grande distribuzione, ai quali era invece era permessa la commercializzazione dei prodotti pasquali.

Questo sicuramente rappresenta un qualcosa in più per una categoria in difficoltà da qualche tempo e che sta pagando un prezzo altissimo a causa della pandemia. “Basti pensare che in 45 anni si sono più che dimezzati i laboratori di pasticceria.” Queste le parole di Andrea Bertoldini, Presidente degli Artigiani di San Lio, passati dai 21 del 1976 ai 10 di oggi.

L’appello di Confartigianato

Da qui l’appello della Confartigianato S. Lio Venezia e del presidente di Federazione Francesco Palmisano ai veneziani. Un appello per cogliere l’occasione e comprare i classici dolci pasquali nei laboratori artigiani. “Il crollo delle presenze sia turistiche sia dei lavoratori pendolari causa smart working sta pesantemente penalizzando la categoria.

Il consumo di prodotti freschi da forno è infatti letteralmente crollato. Per molte attività queste festività rappresenteranno un’occasione per recuperare in piccola parte il grosso calo dei fatturati.” Queste le parole di Palmisano.

“Inoltre, come artigiani, noi garantiamo un prodotto d’elevata qualità. Da qui l’appello a scegliere una buona colomba. L’obiettivo è di aiutare sia la categoria a resistere e sia i cittadini a gustarsi un dolce buono, sano e soprattutto fresco. Un prodotto fatto con ingredienti di prima qualità”. E la qualità, soprattutto negli ingredienti è fondamentale per capire se si sta comprando una vera colomba tradizionale o un semplice dolce pasquale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button