La Voce della Città Metropolitana

Apindustria Venezia: situazione delle imprese dopo Coronavirus

Apindustria Venezia e Confapi Treviso presentano tutti i servizi e gli strumenti utili alle imprese per affrontare questa Fase 2 dell’emergenza coronavirus

L’ospite di oggi è Marco Zecchinel, presidente di Apindustria Venezia che rappresenta 400 piccole e medie aziende della città metropolitana che non si sono unite a Confidustria e che difendono la loro identità di piccole imprese rivelandosi sempre preziose per l’economia passando attraverso le forche caudine della crisi del 2009 e ora quelle del Covid . Come stanno ora ?

Imprese e coronavirus

Per questa fase strategica di ripresa delle attività lavorative alla quasi normalità, diventa ancor più utile conoscere e approfondire le varie opportunità messe in campo a tutti i livelli da parte degli Enti preposti, al fine di mettere le imprese il più possibile nelle condizioni riprendere in sicurezza di poter competere nel Mercato. Nel corso dell’Apiwebinar tematico dello scorso 26 maggio promosso dalle Associazioni della Città Metropolitana di Venezia e della Provincia di Treviso, si è discusso di finanziamenti, agevolazioni, assistenza sindacale e tecnica, ma non solo.

Le opportunità circa Bandi e agevolazioni attive son stati ampiamente trattati da parte di Martina Meggiato, responsabile Ufficio Progettazione di Apindustria Servizi Srl, Ente di formazione
accreditato presso la Regione del Veneto per i Servizi al Lavoro. Le occasioni a favore delle Piccole e Medie Imprese ci sono; è necessario saper cogliere le opportunità messe in campo da Regione, Governo nazionale ed Europa a favore di innovazione, sostenibilità, ecc. Con l’occasione dell’incontro online, i presidenti Marco Zecchinel di Apindustria Venezia e Federica Polloni di Confapi Treviso, inoltre, hanno presentato i nuovi gruppi di lavoro che le associazioni hanno pensato, voluto e concretizzato a favore delle PMI associate.

Gruppi Pronto Soccorso, di Sostegno, Confapi Sociale e Confapid Venezia

Il Gruppo Pronto Soccorso, presentato dal Direttore Nicola Zanon, è stato attivato sin da subito con l’avvio del lock down; è composto da professionisti e società di servizi, le quali hanno messo a disposizione la loro competenza e professionalità, al fine di fornire risposte immediate e chiare in un momento di grande disorientamento generale. Da esso giunge chiarezza sui provvedimenti, supporto tecnico e operativo e interlocuzione con le istituzioni per le varie istanze e criticità. Alla luce dei nuovi scenari son necessari, ora più che mai, diversi e più strutturati business plan, nonché aiuti alle aziende a non incorrere a crisi d’impresa e fallimenti.

Anche da questa necessità nasce il Gruppo di Sostegno, coordinato da Monica Ruocco, imprenditrice e business coach, con il compito di sostenere gli imprenditori nei momenti più critici del proprio percorso professionale. L’obiettivo primario, quindi, è quello di accompagnarli sotto la veste personale, prima che lavorativa, in questa fase critica e difficile che mette a dura prova ciascuno di noi sia emotivamente che psicologicamente. Si propone di allenare le persone a gestire avversità valutando tutte le opportunità possibili, in modo proattivo, cercando soluzioni sostenibili e realizzabili.

Apindustria Venezia

L’idea di creare catene virtuose di solidarietà e condivisione per persone maggiormente consapevoli delle proprie potenzialità, spesso sconosciute o inespresse, è il concetto ripreso da Laura Turati, imprenditrice e coordinatrice associativa del territorio di Chioggia, con il Gruppo Confapi Sociale, legato fortemente ai temi dell’impresa come famiglia, dei dipendenti e colleghi intesi come collaboratori, con ampio focus sull’aspetto gestionale dei più deboli: minori, anziani e diversamente abili. “Team come unico volto dell’accoglienza” è lo slogan scelto dalla Turati, la quale assicura una porta sempre aperta per chi avesse la necessità.

Il gruppo Confapid Venezia, infine, vede al vertice Bianca Cori, imprenditrice e membro del Consiglio Direttivo di Apindustria Venezia, ed è volto a valorizzare l’imprenditoria, soprattutto quella femminile, sostenendo il ruolo delle donne anche in posizioni di responsabilità, facendo sentire la propria presenza ai vertici. Si pone tra gli obbiettivi primari quello della promozione delle Pari Opportunità, legate anche al lavoro agile per aiutare la donna nella gestione famigliare, condividendo le best practice.

A tal proposito una grande opportunità è rappresentata dal bando regionale “Il Veneto delle Donne”, dedicato a donne occupate che desiderano valorizzare le proprie competenze digitali e trasversali, volte a favorire lo smart working. Questa emergenza sta rappresentando un’occasione per ripensare il modo di lavorare, in modo diverso, che è altro dal telelavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button