La FAI (Fondo Ambiente Italiano) ha lanciato una campagna per trovare in Italia i luoghi del cuore. Luoghi che abbiano un valore storico e culturale.

Quindi spazi che possano essere molto amati dalla popolazione e che abbiano un valore storico culturale, civico importante.

L’appello di Giovanna Pastega (giornalista) ai microfoni di Televenezia: Votate tutti L’Antico Teatro di Anatomia di Venezia come luogo del cuore”. Se si arriva a una votazione consistente questi luoghi vengono direttamente supportati grazie all’intervento del FAI.

Questo teatro anatomico, che si trova nel sestiere di Santa Croce a Venezia nel tranquillo campo San Giacomo dell’Orio, fu inaugurato nel 1671, grazie al lascito del patrizio Lorenzo Loredan.

Questo luogo in poco tempo diventò non solo teatro anatomico, quindi utilizzato per le anatomie pubbliche, ma diventò sede delle biblioteche e degli archivi e degli ordini dei Medici Fisici e dei Medici Chirurghi , facendolo diventare a tutti gli effetti una vera sede universitaria al pari di Padova.

Dal 1760 ospitò anche la Scuola di Ostetricia, molto importante perché a Venezia per essere levatrici bisognava saper leggere, aver assistito per 2 anni alle dimostrazioni nel Teatro anatomico, aver fatto pratica con una levatrice più anziana e superare una specie di esame finale.

Bruciato nel gennaio del 1800, l’edificio (di cui fortunatamente rimasero in piedi alcune strutture seicentesche tutt’ora visibili) proprio per la sua importanza fu ricostruito in pochissimo tempo grazie a generose donazioni private.
Questo teatro è un simbolo di una città che vuol vivere e che vuol tenersi viva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here