Borse, trolley e oggetti preziosi all’asta on line fino al 25 settembre. Sono i beni pignorati al ragioniere jesolano Nicola Nardin e alla moglie Luisella Bozzato. Si tratta della coppia che è diventata suo malgrado famosa ancora nel 2013, quando un’inchiesta giudiziaria sentenziò che dal 2009 il ragioniere si tratteneva i soldi che riceveva dai propri clienti per pagare le tasse.

Oggetti all’asta

Il ragioniere Nicola Nardin condannato a 5 anni in appello consentiva alla moglie acquisti costosi, che ora serviranno a rimborsare le vittime. Tra i pezzi più pregiati c’è una borsa Hermes color cuoio, il cui valore ieri pomeriggio era arrivato a quota 1.850 euro a fronte delle tre offerte ricevute. C’è poi un borsone Luis Vuitton, quotato 750 euro. Ma anche una borsa della stessa marca in vendita per cento euro. E poi un trolley, anche in questo caso Louis Vuitton, che presenta un prezzo base di 950 euro e per la quale ieri pomeriggio non risultava nessuna offerta.

Le vittime sono una cinquantina di commerciati di Jesolo e Cavallino-Treporti e molte attività hanno dovuto chiudere per ripianare i debiti. Per il momento si tratta di 35 oggetti, soprattutto borse poste in vendita on line nel portale delle aste legali fino al prossimo 25 settembre.

Nei prossimi giorni saranno posti in vendita altri lotti, come abbigliamento, oggetti preziosi e calzature. Ora manca soltanto il sigillo della cassazione e poi se la pena sarà confermata il ragioniere finirà in carcere, mentre per la moglie è stato trovato un accordo per un anno e mezzo.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here